Abituare il cane ad una casa nuova: 7 piccoli segreti

0
243

Traslocare è un impegno stressante e faticoso. Preparare le valigie, imballare gli oggetti, contattare le ditte e organizzare ogni cosa nel minimo dettaglio mette a dura prova il nostro fisico e il nostro sistema nervoso.

Se per noi tutto questo è pesante e impegnativo, anche per il cane cambiare casa non è affatto una passeggiata. I cani, infatti, si sentono rassicurati da ciò che già conoscono e a cui sono abituati, mentre essere catapultati in un ambiente nuovo all’improvviso può essere per loro motivo di forte sconvolgimento emotivo.

Se devi traslocare o lo hai appena fatto e hai bisogno di un aiuto per gestire le emozioni del tuo compagno a quattrozampe, continua a leggere e scopri i 7 trucchi per abituare il cane ad una nuova casa.

1) Fagli conoscere le cose che vedrà

Ritrovarsi la casa invasa da oggetti nuovi, grandi e rumorosi può essere un trauma per il cane. Prima di iniziare a imballare, riempire e ammucchiare tutto in scatole e pacchetti, fai familiarizzare il cane con tutti questi oggetti. Già alcune settimane prima di iniziare il lavoro, tira fuori un po’ per volta scatoloni, rocchetti di nastro adesivo e carta da imballaggio. Crea con tubi di cartone e fogli di pluriball dei giochi, e usali per far divertire il cane insieme te. L’obiettivo di questa fase è far si che, alla vista della casa sommersa da questi oggetti, il cane stia sereno perché rappresentano qualcosa che lui già conosce. Più questi oggetti rappresenteranno qualcosa di positivo e piacevole per il cane (perché li associa a giochi divertenti e momenti passati in tua compagnia), minore sarà lo stress che il cane vivrà in questa fase di preparazione.

2) Mentre fai i bagagli: non dimenticarti del cane!!

Ma no, cosa hai capito, non intendo dire che corri il rischio di dimenticare di portare con te il cane!! Intendo dire che, nel momento in cui ti ritrovi a preparare realmente le valigie, puoi facilmente dimenticarti di tutto il resto. Anche delle esigenza più normali del tuo cane. Prova a fare attenzione e non far mancare al tuo cane le attenzioni e i momenti di socialità a cui è abituato.

Non importa se di solito la passeggiata è più lunga, per qualche giorno il cane saprà accontentarsi di un giretto più breve, ma è importante che tu non lo privi del tutto di questa sua necessità. Mentre prepari gli scatoloni, ogni tanto fermati e prenditi un minuto per rassicurarlo, parlagli e fagli un po’ di coccole. Se ti dovesse sentire lontano, in questa fase delicata, la vivrebbe in maniera ancora più stressante.

3) Gli amici si vedono al momento del bisogno

Non appena hanno sentito che stai per traslocare, i tuoi amici si sono dileguati nel timore di essere coinvolti in qualche massacrante trasporto di divani o credenze. E magari si staranno anche macerando nel senso di colpa, chiedendosi come possono aiutarti senza per questo spaccarsi la schiena. “Puoi tenermi il cane qualche giorno?” Ecco la formula magica, che darà l’opportunità ai tuoi amici di rendersi utili, gli risparmierà una faticaccia e darà al tuo cane un luogo sicuro dove superare questo momento per lui così stressante.

4) Vita nuova, vecchie abitudini

Ora che il trasloco è completato e il cane ha scoperto la nuova dimora dove trascorrerà i giorni d’ora in poi, occorre lavorare per fare in modo che il cane si senta il più possibile a suo agio nella nuova casa.

Il modo migliore e riprendere la routine a cui il cane è abituato, in modo che il ripercorrere di gesti e situazioni a lui familiari possano infondergli un senso di sicurezza e tranquillità. Mantieni quindi gli orari di passeggiate, pasti, giochi e attività che facevate insieme, sostituendo dove necessario i vecchi luoghi con i nuovi ambienti della casa.

Associare i nuovi spazi alle vecchie abitudini lo aiuterà ad accettare la casa come il suo nuovo territorio e a sentirsi finalmente al sicuro.

5) Non disfarti dei suoi oggetti malandati

Quello del trasloco è anche un momento di liberazione, in cui si approfitta delle grandi manovre per buttare via le cose vecchie e logore e sostituirle con altre nuove di zecca. Questo gesto quasi scaramantico, che sembra stigmatizzare simbolicamente un passaggio ad una vita più bella, non dovrebbe coinvolgere il cane e le sue cose. La cuccia è rotta e sporca? Pazienza, portala lo stesso , vorrà dire che aspetterai qualche settimana per cambiarla. Le ciotole dell’acqua sono ammaccate e il cane, ormai cresciuto, ci entra a stento con il muso? Non fa nulla, per una decina di giorni continuerà lo stesso ad utilizzarla. Una volta che si sarà stabilito il giusto feeling e vedrai il cane passeggiare con fiducia nella nuova casa, potrai passare a rinnovargli tutto il parco oggetti. Ma nei primi giorni, è decisamente meglio evitare di farlo.

6) Il food dispenser è il migliore amico del cane

Se pensi chi il migliore amico del cane sia l’uomo, mi dispiace dirlo ma ti stai decisamente sopravvalutando. Il miglior amico del cane è il food dispenser. Cos’è il food dispenser? Si tratta di giochi robusti e pieni di buchi, in cui puoi infilare premi e leccornie che obbligano il cane a trovare il modo di farle uscire da li. Quando non sarai in casa e dovrai lasciare il cane da solo per un po’, nei primi tempi cospargi casa di questo tipo di giochi. Li puoi comprare o puoi divertirti a realizzarne tu qualcuno, utilizzando tutta la tua fantasia. L’importante è lasciare al cane un impegno gratificante, che renda il momento di solitudine una esperienza piacevole e non aggiunga altro stress ad una condizione già di per sé delicata.

7) Ricordasempre che la fretta è cattiva consigliera!!

Come per tutte le cose, anche per far abituare il cane alla nuova casa la cosa più importante è la pazienza. Alcuni cani si abituano in fretta, altri richiedono un po’ più di tempo. Tu però, dovrai essere sempre tranquillo, amorevole e paziente. Solo così il processo di ambientamento sarà il più rapido, corretto ed efficace e il tuo cane sarà di nuovo a suo agio in men che non si dica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here