Spinone Italiano: le 7 cose che non conoscevi

0
292

Lo Spinone Italiano è uno splendido cane da caccia dalle origini molto antiche, orgoglio della tradizione cinofila e venatoria dello stivale. L’aspetto inconfondibile e il carattere socievole lo rendono un compagno simpatico e fedele, perfetto per la vita in famiglia. Gli occhi dolcissimi dello Spinone testimoniano un’animo tenero e gentile, che ama la compagnia dei suoi cari e va d’accoro con bambini e altri animali.

In campo lo Spinone è un infaticabile cacciatore, ma tra le mura domestiche sa godere delle comodità della casa. Rustico, robusto e muscoloso, è sicuramente una razza adattabile a mille situazioni, che saprà darvi soddisfazioni nello sport quanto nella vita affettiva.

Le 7 cose che non sapevi dello spinone italiano

1. Origini antichissime e illustri estimatori

Seneca, Aristotele ed altri antichi ed eccellenti autori hanno avuto parole d’elogio per quelli che, dalle descrizioni, parrebbero proprio i primi esemplari noti di Spinone Italiano.

Il cane da caccia più rappresentativo del nostro paese, infatti, è stato probabilmente selezionato in epoca romana, oltre 2000 anni fa, da cani da caccia a pelo ruvido provenienti dalle terre dell’impero e incrociati con molossi italiani dal pelo chiaro.

Il termine “Spinone” è però piuttosto recente: la prima raffigurazione di un cane esattamente come quelli moderni risale alla metà del ‘400, ma ancora non era in uso il termine moderno. Tutti i cani da caccia a pelo ruvido, allora, venivano definiti Griffoni e lo Spinone non rappresentava una eccezione.

2. Lo Spinone Italiano: attitudini in caccia

Lo Spinone Italiano è un cane a ferma, cioè un cane da caccia che piuttosto che inseguire la preda si ferma e ne indica la posizione al cacciatore. E’ anche, per temperamento naturale, un ottimo cane a riporto.

Sul campo da caccia si muove lentamente, scrutando con calma e attenzione tutto lo spazio a sua disposizione. Questo incedere lento e ordinato lo rende particolarmente adatto a chi pratica la caccia a piedi.

Il pelo ruvido che contraddistingue la razza è perfetto quando deve inoltrarsi nel fitto sottobosco: i rovi non ne scalfiscono la pelle e riesce così a intrufolarsi nei sentieri più nascosti.

La costituzione robusta e il temperamento roccioso fanno dello spinone italiano una cane da riporto di straordinaria dedizione. Non avrà timore ad affrontare qualunque terreno e non teme di lanciarsi in lunghi guadi in acqua fonda per riportare la preda al suo compagno di avventure.

3. Quando lo spinone beve, aprite gli ombrelli!

Quando un cane di quella stazza, dal temperamento rustico ma soprattutto…con quella barba lunga e ispida infila la testa nella ciotola dell’acqua…si salvi chi può.

Il momento della bevuta è per lo Spinone un vero topic moment: quando tira la testa fuori dalla ciotola inizia a ricoprire d’acqua il pavimento e il pelo resta bagnato per molto tempo.

Conviene armarsi in anticipo di un grosso telo dedicato e provvedere rapidamente ad asciugarlo. Soprattutto d’estate, potrebbe essere necessario ripetere il rito più volte al giorno.

4. In casa o in giardino è lo stesso…ma in compagnia

La robustezza e la grinta durante la caccia va a braccetto con un temperamento mansueto e sornione quando lo Spinone è in casa. Se gli viene garantita una buona dose giornaliera di esercizio fisico, questo cane può vivere serenamente in appartamento e godrà con piacere di un’esistenza di tutto relax.

Se invece deciderete di tenerlo in giardino, sarà felice ed appagato ugualmente. A patto che non gli sia mai negata la compagnia e il calore della famiglia.

I cani di questa razza sono affettuosi e legati al gruppo familiare come pochi altri e non sopportano una vita priva del necessario affetto. Se proprio non vi fosse possibile dedicargli tutto il tempo che merita, allora andrà tenuto in compagnia di una altro cane, perché non soffra di una solitudine che non saprebbe gestire.

5. Non è un cane da guardia affidabile

L’istinto di difesa del territorio nello Spinone non è roccioso come in altre razze. Anche se potrà, in alcune situazioni. abbaiare all’avvicinarsi degli estranei, non è detto che metta sempre in pratica questo comportamento.

Se ritenete, quindi, indispensabile che il vostro cane si dedichi con impegno in questa attività, sarà meglio che rivolgiate le vostre attenzioni ad una razza un po’ più adatta.

6. Addestrare lo Spinone: questione di polso

Lo Spinone è un cane intelligente ma, come molti cani da caccia, sa essere abbastanza testardo. Apprende con la giusta rapidità ma richiede un conduttore dall’animo risoluto e che sappia presentarsi come un leader. Se non dovesse ritenervi all’altezza, infatti, potrebbe imporre la sua figura come quella di vertice, e diventerebbe difficile ottenere obbedienza.

Se saprete guaagnarvi il suo rispetto, amerà compiacervi ed eseguirà ciò che gli chiederete per il gusto e la soddisfazione di essere lodato e sentirsi apprezzato.

Il rinfozo positivo è un imperativo con tutti i cani, ma lo è due volte quando si gestiscono razze rustiche come questa.

7. Dedica il giusto tempo alla cura del suo pelo

Il pelo dello Spinone, i suoi lunghi baffi, la barba e le sopracciglia folte sono l’inconfondibile caratteristica di questa razza molto amata. Ma un pelo lungo e ispido come il suo richiede una certa attenzione da parte vostra.

Il mantello va “spogliato“, cioè ripulito dal pelo morto, ogni volta che sarà necessario con un coltello adatto o con le mani. Dopo i pasti può essere necessario un po’ di toletta, perché i lunghi peli della barba rimangono facilmente impiastricciati con i resti del cibo, soprattutto quello in scatola.

Difficilmente sarà necessario fargli il bagno, perché la natura ispida e rigida del pelo non permette facilmente alla sporcizia di entrare in profondità. Una spazzolata di tanto in tanto potrà essere sufficiente a tenere pulito il suo manto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here