Welsh Corgi: carattere, standard e cose da sapere

0
9470

Esistono due razze di Welsh Corgi, che sono formalmente riconosciute anche dall’American Kennel Club: il Cardigan Welsh Corgi ed il Pembroke Welsh Corgi. 
Si tratta di due razze distinte, perché ognuna delle due ha un aspetto differente ed è caratterizzata da alcuni tratti di temperamento e di origine differenti. E’ importante quindi che il padrone sappia la differenza che c’è nell’adottare uno piuttosto che l’altro.
I Corgi sono stati riconosciuti come cani di razza pura nel Regno Unito negli anni Venti. Il Pembroke venne riconosciuto per primo dal Regista Americano nel 1934, e quindi seguì il Cardigan l’anno seguente, nel 1935.
Sia il Pembroke che il Cardigna sono cani fisicamente bassi, con una struttura potente e delle zampe molto corte. In particolare i Pembroke sono più bassi rispetto ai Cardigan. Sono entrambi cani molto forti, e gli piace muoversi tanto. La loro razza piccola è ideale per chi vive in città ed in appartamento. Sono entrambi considerati degli ottimi cani da compagnia, semplici da addestrare, ed intelligenti. Entrambi hanno un’aspettativa di vita abbastanza lunga e sono cani molto abili negli sport canini, anche nell’obbedienza e nel prendere ordini. I Welsh Corgi possono essere di colori anche molto diversi fra di loro, per esempio sabbia, bianco, nero, rosso, ed anche a macchie. Molto popolare il mantello bluastro. Il Welsh Corgi Pembroke non ha la coda mentre il Cardigan la ha.
I Welsh Corgi amano tantissimo fare il loro lavoro, per esempio abbaiare e fare le feste ai vari membri della famiglia. Questo gli viene del tutto naturale e quindi ci vuole un po’ di addestramento per insegnare loro a contenere l’esuberanza.

Origine del Welsh Corgi

‘Welsh’ vuol dire ‘gallese’. Corgi, invece, è un termine che deriva da ‘cor’ e ‘gi’ e significa ‘cane che raggruppa’ nel senso di cane da pastore, che raggruppa il bestiame. Nonostante all’apparenza questo cane massiccio ma piccolo non sembrerebbe per nulla un cane da pastore, era quello che era alle origini.
I due tipi di Welsh Corgi si differenziano però anche per la zona dalla quale provengono. Il Cardigan viene dal Cardiganshire, mentre il Pembroke proviene dal Pembrokeshire.
Dei due cani sembra che il Cardigan sia stato allevato dai Certo anche 3000 anni fa, e quindi sarebbe lui quello più antico. Sarebbe stato portato dagli stessi Celti sull’isola inglese.
C’è un mistero che aleggia sulla genealogia del Welsh Corgi. Nessuno sa con precisione come siano nati, ma vi sono dei forti sospetti che nella loro parentela vi sia il bassotto, anche se le attitudini sono del tutto diverse. Il fatto che il Welsh Corgi abbia le gambe corte potrebbe anche essere dovuto al fatto che sia derivato da accoppiamenti di cani dotati di questo difetto genetico, e non per forza dal fatto che derivi dal bassotto. Soprattutto ci si è chiesti quale scopo poteva avere quello di allevare una razza con delle zampe così piccole. Le ipotesi sono che i Welsh Corgi fossero nati come cani da tana, e che quindi dovevano avere dimensioni consone; e che quando vennero usati come cani da bestiame gli uomini si resero conto che erano talmente bravi da dover fare solamente quel lavoro.

Carattere del Welsh Corgi

Il Welsh Corgi è un cane dal carattere mansueto e dolce. In generale, possiamo dire che sono cani esuberanti e molto ben disposti, non aggressivi, entrambi dotati di un muso e di uno sguardo molto simpatico. Sono anche ottimi cani da guardia. 
Tuttavia ci sono delle differenze anche fra il Pembroke ed il Cardigan.
Il Welsh Corgi Cardigan è un cane abbastanza riservato e tendenzialmente non si fida di chi non conosce. In linea di massima invece il Welsh Corgi Pembroke è più affettuoso, più aperto e socievole e tende anche ad abbaiare di più. Ovviamente si tratta di differenze di massima ma poi il carattere del Welsh Corgi è individuale.
Amichevole con gli umani, ponderato, riflessivo come tutte le razze da pastore, il Welsh Corgi è un cane intelligente ed è anche tranquillo e tollerante sia con i bambini che con tutti gli altri animali. In particolare, essendo un bovaro, il Welsh Corgi è un cane che tollera anche la presenza dei gatti nei confronti dei quali non è mai aggressivo.
Il Welsh Corgi è nato come cane da lavoro ma oggi è il cane da compagnia perfetto. La sua esuberanza richiede un poco di attività fisica, dato che tendono ad essere pigre e a dormire sempre sul divano. Sono cani che stanno bene anche in case piccole e con chi non ha tantissimo tempo per farli muovere. Sono docili e buoni con tutta la famiglia, anche con gli anziani insomma sono cani da compagnia veramente ideale e nonostante ciò non sono molto diffusi.

Taglia ed aspetto del Welsh Corgi

Il Welsh Corgi è un cane di piccola taglia. Il maschio arriva ad essere alto 25-30 cm e così anche la femmina, non ci sono grosse differenze. Il Welsh Corgi può pesare dagli 11 ai massimo 14 kg nel maschio, 11-13 nella femmina.
L’aspetto del Welsh Corgi Cardigan e Pembroke è il muso caratteristico da colpe, corpo lungo e muscoloso, orecchie triangolari e portate dritte, molto alte. Il pelo può essere corto o di media lunghezza.
Il Welsh Corgi Pembroke e Cardigan non hanno bisogno di grande manutenzione perché sono a pelo corto, ma possono perdere abbastanza pelo in casa durante la stagione della muta (primavera ed autunno). I colori del manto ammessi per il Welsh Corgi Pembroke è il rosso, nero, fulvo, marrone con macchie bianche. Sono ammessi anche nero sfumato e fulvo chiaro.

Aspettativa di vita e salute del Welsh Corgi

Il Welsh Corgi ha un’aspettativa di vita dai 12 ai 14 anni circa.
Il Welsh Corgi è in genere un cane abbastanza resistente, bisogna però curare bene l’alimentazione per non farli troppo ingrassare perché potrebbe essere pericoloso.
Classico problema di salute di questa razza, data la lunghezza del corpo, possono essere i problemi alla spina dorsale correlato al peso.
Inoltre una malattia che questa razza è predisposta a sviluppare è la DM, o mielopatia degenerativa. Bisogna fare attenzione anche alla displasia dell’anca ed ai problemi agli occhi.

7 consigli per prendersene cura al meglio

Il Welsh Corgi, o più semplicemente Corgi, è razza di cani molto attiva ed estremamente vivace. Questo cane ha uno straordinario bisogno di fare esercizi e di tenersi sempre in forma, per cui ha bisogno di passeggiate quotidiane. Ma attenzione: il Corgi sta bene anche in appartamento, basta che gli venga fatta fare l’attività fisica ogni giorno. Se hai appena adottato un Corgi e vuoi sapere di più su come prendersi cura di lui in modo che stia sempre in salute, ecco qualche importante consiglio.

  1. Esercizi e buon cibo: ecco come curare un Corgi. Questo cane ha un grande bisogno di essere mantenuto vitale ed attivo, anche perché è una razza che tende a mettere su peso e questo è un problema per la sua salute. Se il cane ingrassa, infatti, a causa della sua spina dorsale molto lunga, può avere dei grossi problemi alla schiena. Quello che serve al Corgi per stare bene, insomma, è una buona dieta insieme ad un costante esercizio fisico che va mantenuto in continuazione. Più di altre razze canine, il Corgi ha bisogno di muoversi per stare attivo non solo fisicamente ma anche mentalmente. Senza di questo, il cane diventa sovrappeso ed il suo carattere può peggiorare notevolmente.
  2. Mantenerlo pulito. Il Corgi ha anche bisogno di un padrone premuroso che si prenda cura del suo pelo. Non serve che gli venga fatto il bagno troppo spesso, ma serve spazzolarlo almeno una volta a settimana per permettergli di perdere il pelo in eccesso.
  3. Gestire bene il Corgi. Questo cane è abbastanza delicato e quindi ci vuole molta attenzione quando lo si prende in braccio, evitando mosse sconsiderate. Il modo migliore di sollevare il Corgi è di mettere una mano davanti alle gambe e quindi con l’altra mano sopportare la parte davanti del cane. Non dovresti permettere che il Corgi corra già dalle scale o salti sui mobili perché ha una schiena molto delicata che potrebbe rovinarsi. A parte questo particolare della schiena, il Corgi in genere è un cane solido e robusto.
  4. Nozioni di cura e di salute. Facendogli fare delle belle passeggiate fuori casa ogni giorno, il Corgi ha una vita più serena, sana e felice. Il Corgi è un cane che ama l’acqua. Attenzione alle sue malattie tipiche, come la malattia di Von Willebrand, la displasia, la melopatia degenerativa, l’epilessia ed i problemi alla schiena.
  5. Cura delle orecchie. Le orecchie del Corgi sono delicate, e quando sono cuccioli le orecchie tendono a ‘cadere in basso’. Si sistemano con l’età ma potrebbe essere necessario inizialmente sostenerle per aiutarlo a stare dritto.
  6. Esercizi per il Corgi. Questo cane, abbiamo detto, ha un grande bisogno di muoversi e di fare esercizi fisici. Il cane ha bisogno di continuare ad essere stimolato, anche mentalmente. Ovviamente gli esercizi ideali per il Corgi sono diversi a seconda del sesso, dell’età e dello stato di salute complessivo. Comunque non si può considerare una passeggiata di qualche minuto un esercizio adatto per il Corgi. Quelli giovani hanno bisogno di muoversi di più rispetto a quelli anziani, quindi calibrate la giusta attività fisica se il Corgi ha fra i 6 ed i 18 mesi. In questa fase hanno tantissima energia che devono trovare il modo di sfogare. Corse, jogging, giochi col vostro cane anche usando giochi come la palla sono esercizi perfetti.
  7. Esercizi mentali. Il Corgi non ha solo bisogno di muoversi ma anche di essere mantenuto attivo dal punto di vista mentale. Questo cane così curioso ed intelligente non dovrebbe mai annoiarsi; cerca di fare giochi di strategia, magari insegnandogli a trovare degli oggetti o del cibo che nascondete per la casa. Tutti i giochi di intelligenza sono perfetti per il Corgi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here