Bullmastiff: carattere, standard e cose da sapere

0
3272

Il Bullmastiff è una razza di cane molto forte, muscolosa e potente. Conosciuta per la sua bellezza, purtroppo è anche vittima di una serie di pregiudizi dati dal suo carattere e dall’aggressività.
Però il Bullmastiff è anche un cane eccezionalmente caldo, amorevole, amichevole, leale. Con un padrone veramente capace ed affettuoso ma anche fermo, il Bullmastiff non sarà certamente un problema. Si sa che questa razza è riconosciuta come una razza potente, forte, sorprendentemente dedita al padrone. Il Bullmastiff è dotato di una testa pronunciata, di una forte struttura e di un muso profondo.
E’ un cane di media taglia, con naso nero ed un mantello di diversi colori, fra cui grigio, sabbia e rosso. In particolare a colpire del Bullmastiff è la sua forte personalità; possono essere cani anche molto testardi, coraggiosi, e quindi anche indipendenti. Gli ci vuole sempre un padrone che sia in grado di gestirlo, di seguirlo e di fargli capire chi comanda senza modificargli il carattere rendendolo aggressivo. In questo modo il Bullmastiff crescerà equilibrato e non sarà un pericolo per nessuno.

Origine del Bullmastiff

Il Bullmastiff è per il 60% un mastino e per il 40% invece è un Bulldog. Da un incrocio di razze così forti non poteva che nascere un cane estremamente muscoloso, che veniva usato come cane da guardia in Inghilterra nel corso del 1800.
Questo cane era addestrato ad abbaiare se vedeva qualche malintenzionato. Questo cane veniva addestrato a catturare ma mai a mordere; ecco perché il Bullmastiff è in generale più quieto che non altre razze del suo tipo, ma tende ad abbaiare se vede un estraneo.
Per questi motivi, il Bullmastiff è un cane da guardia ideale per le famiglie, ma oggi come oggi il Bullmastiff viene anche usato semplicemente come cane da compagnia. Se ben addestrato è un ottimo deterrente per i ladri ed un ottimo compagno. Il suo carattere forte, orgoglioso e reale si combina col suo amore per le persone. Se adotti un Bullmastiff da cucciolo hai anche la responsabilità di addestrarlo in modo che non diventi aggressivo con le altre persone.

Carattere del Bullmastiff

Il Bullmastiff è un cane che tende a rispondere quando è provocato, che può essere pericoloso per un intruso ed un estraneo. Nella maggior parte dei casi il Bullmastiff non tende ad attaccare, in genere abbaia e mette in guardia l’intruso.
Quindi il Bullmastiff è un ottimo cane da guardia per la famiglia, la scelta giusta se vuoi un compagno fedele e corretto.
Il Bullmastiff è un cane amichevole con la famiglia, può essere riservato e sospettoso con gli estranei, è sempre devoto al suo padrone. Molto intelligente e posato, calmo, questo cane è molto potente e quindi bisogna insegnargli a rispettare l’autorità del padrone che deve essere il leader indiscusso. Altrimenti il Bullmastiff diventa difficile da controllare. Prima un Bullmastiff viene fatto socializzare con altre persone, con animali e con sconosciuti, e meglio egli imparerà a relazionarsi con gli altri senza essere aggressivo. Il carattere dipende anche dal modo in cui viene alleato ed abituato a comportarsi. Il Bullmastiff potrebbe non sopportare la presenza di altri cani maschi nel suo territorio, tenete in considerazione questo anche nel corso delle passeggiate.
Questa razza non è la più semplice da allenare e da far socializzare. Ha bisogno di essere tenuta sotto controllo e non è la razza ideale per chi non abbia mai avuto un cane. Non dovrebbe essere lasciato da solo troppo a lungo o troppo spesso perché potrebbe tentare di scappare. Ha bisogno di cura, affetto ed attenzione, e di tanta socializzazione.

Taglia ed aspetto del Bullmastiff

Il Bullmastiff maschio può essere alto 64-48 cm se maschio, e 61-66 se femmina. Inoltre è un cane che pesa sui 50–59 kg se maschio, se Femmina 45–54 kg. Il mantello può essere tigrato, sabbia o fulvo.
E’ un cane che ha bisogno di fare molta attività fisica tutti i giorni altrimenti può diventare nervoso.

Aspettativa di vita e salute del Bullmastiff

Il Bullmastiff è un cane che ha un’aspettativa di vita sugli 8-10 anni, come tanti altri cani della sua mole.
Questo cane deve essere tenuto alimentato in maniera corretta altrimenti può sviluppare obesità. Si tratta infatti di una razza che mette su peso abbastanza velocemente, e non bisogna mai nutrirlo troppo.
Gode comunque di buona salute, anche se è portato all’obesità. Come ogni cane di grossa taglia può sviluppare la displasia, l’atrofia retinica progressiva e anche forme di tumori. Bisogna cercare di non lasciare troppo il Bullmastiff al caldo perché può avere dei problemi di respirazione.
La buona notizia è che il Bullmastiff è un cane che può vivere in appartamento, non perde troppo pelo e non ha bisogno di troppe cure. Il Bullmastiff ha bisogno di mangiare attorno ai 750-900 grammi di cibo ogni giorno, sia umido che crocchette, e possibilmente solo cibo di qualità, con un’alimentazione sufficientemente completa. Il Bullmastiff mangia 3-4 pasti al giorno quando è cucciolo ed invece due pasti al giorno una volta che diventa adulto. Se si ha tempo e competenza, si può anche optare per l’alimentazione casalinga, che fa risparmiare soldi: ma solo se si sa quali sono le necessità ed esigenze nutrizionali di questo cane.

Prima di portare il cucciolo di Bullmastiff a casa è bene premunirsi, in questo modo:

  • Compra una cuccia per il cane, abbastanza grande perché stia comodo.
  • Compra un collare ed un guinzaglio che userai fin dall’inizio per abituarlo.
  • Pianifica gli esercizi del cucciolo.
  • Prepara una scorta di cibo di qualità per la sua crescita.
  • Quando viaggi prendi sempre una bottiglia d’acqua ed una ciotola per lui.

Quando finalmente porti il cucciolo a casa, bisogna che impari subito le regole che ci sono. Bisogna farlo socializzare da subito e con costanza.

  • Stai molto attento a quello che fa.
  • Insegnagli ad urinare e fare i suoi bisogni fuori.
  • Insegnagli quello che può e quello che non può fare.
  • Non lasciarlo dormire sul letto.
  • Nutrilo a colazione, pranzo e cena.
  • Coccolalo e non lasciarlo solo per troppo tempo.
  • Insegnagli ad obbedire ai comandi vocali.
  • Usa trucchi come un biscottino per cani per mantenere ottimale il suo comportamento.

7 importanti domande da fare all’allevatore

Il Bullmastiff è una razza di cane imponente ma, a dispetto delle grosse dimensioni, è anche un cane che ama muoversi e che adora giocare e fare attività fisica. Questa razza ha origine in Inghilterra, dove veniva usato come cane da guardia. Si tratta di un animale
caratterizzato da una grande forze fisica e dal coraggio. Il Bullmastiff ama giocare, specialmente quando si tratta di giochi di agilità e che mettano alla prova la sua intelligenza. Sono cani svegli, facilmente addestrabili perché dotati di capacità di ascolto e di grande memoria, nonché di desiderio di soddisfare sempre il padrone. I Bullmastiff sono animali calmi per natura, nonostante però abbiano bisogno di un proprietario determinato, perché potrebbero essere poco accomodanti con gli estranei.
Prendersi cura di un Bullmastiff tutto sommato non è molto difficile; è un cane che non richiede molta cura del pelo, in quanto ha il pelo corto, ma ha bisogno di un’alimentazione adeguata da quando è cucciolo fino a quando è adulto per crescere sano e felice. Questa razza in generale è sempre in salute, ci sono bassi rischi che sviluppi delle malattie o problemi fisici, se si esclude il rischio dell’obesità. Per questo bisogna porre molta attenzione all’alimentazione del Bullmastiff, che deve esser nutrito almeno 2-3 volte al giorno in maniera equilibrata. Se il Bullmastiff è il tuo prossimo cane, queste sono sette cose che devi assolutamente chiedere all’allevatore prima di prendere un cucciolo. 

  1. Com’è la salute dei genitori? Conoscere la salute di genitori e parenti del Bullmastiff è di fondamentale importanza, devi sapere dall’inizio se i genitori hanno dei problemi di salute. L’allevatore saprà spiegarti eventuali problemi che si sono manifestati in famiglia, nella madre, nel padre e negli eventuali fratelli e sorelle. Chiedi sempre all’allevatore di poter vedere la genealogia del cane. È molto importante che l veterinario possa controllare i parenti e che tutti i test sulla salute dell’animale siano stati fatti correttamente.
  2. Quanto è vecchia la madre? Altra informazione da richiedere assolutamente all’allevatore: quando è anziana la madre di questo cane? Le madri dovrebbero partorire solamente in alcuni momenti della loro vita, conoscere la sua storia potrà aiutarti a capire di più sul cucciolo. Chiedi all’allevatore quanto è vecchia la madre e quante volte ha partorito. La madre non dovrebbe avere cuccioli prima di aver compiuto i 22 mesi e non dopo i sette anni. Ci sono anche delle eccezioni ma controlla che questo non abbia influito sulla salute del cucciolo.
  3. Perché ha allevato la cucciolata. L’allevatore non prepara mai una cucciolata semplicemente per ‘vendere cuccioli di Bullmastiff’, ma dovrebbe farlo perché vuole migliorare alcuni tratti degli animali. Insomma, chiedi sempre all’allevatore lo scopo della cucciolata, così saprà spiegarti anche le ragioni dell’incrocio e che cosa ha inteso migliorare facendo accoppiare i genitori del cucciolo di Bullmastiff.
  4. Problemi e difetti di padre e madre. Ogni cane può avere dei difetti. Per questo prima di comprare un cucciolo di Bullmastiff bisogna farsi spiegare dall’allevatore quali tipi di difetti hanno il padre e la madre, e come eventualmente correggerli se dovessero essere presenti anche nel cucciolo. L’allevatore deve essere capace di spigare nei dettagli i difetti e problemi dei genitori, i tratti fisici e psicologici di questi ultimi.
  5. A quali club è associato l’allevatore? I Gli allevatori di Bullmastiff dovrebbero essere associati a dei club che supportano altri allevatori. I Club sono utili perché seguono il lavoro degli allevatori, la qualità e l’etica nella conduzione dev’allevamento, e possono essere una garanzia che gli animali vengono selezionati con cura ed allevati bene. Le associazioni possono essere nazionali o regionali.
  6. Come sono stati nutriti i cuccioli di Bullmastiff? Chiedete tutto all’allevatore circa l’alimentazione che il cucciolo di Bullmastiff ha ricevuto fino a quel momento, e su come dovrete alimentarlo quando sarete a casa vostra. L’allevatore deve sapervi spiegare le esigenze alimentari di questo cane e come cambiano da quando è piccolo a quando diventa adulto. Vi dirà se ha bisogno di particolari nutrienti e se è geneticamente predisposto ad ingrassare. Questo è il modo più giusto per impostare una dieta equilibrata e non pericolosa per la salute ed il peso del vostro Bullmastiff.
  7. In che tipo di zona è cresciuto il cucciolo di Bullmastiff? Chiedete sempre di poter vedere la zona dove i cuccioli sono cresciuti. Un quartiere ed una zona pulita e sana è sempre un buon segno, e può darvi anche indicazioni sulla salute dei cuccioli. Se un allevatore non vuole mostrarvi la zona dove sono nati e cresciti i cuccioli ci potrebbe essere qualcosa che non va.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here