Rottweiler: carattere, standard e cose da sapere

0
17415

Quella del Rottweiler è una razza diffusa e molto amata. Il Rottweiler è un noto cane da guardia, severo ed implacabile ma anche devoto e fedele al suo padrone. Cane estremamente intelligente, assai serio ed attento, ci tiene a svolgere il suo compito con la massima responsabilità. Il Rottweiler è per natura coraggioso, equilibrato, sempre attento, silenzioso (abbaia poco ed al bisogno), un perfetto guardiano e difensore della sua famiglia e della sua proprietà. Tuttavia è anche un cane dominante, che tende a mordere gli estranei, sicuramente non la razza ideale per chi si affaccia per la prima volta al mondo dei cani: ha bisogno di un buon addestramento e di un padrone che sappia tenergli testa con affetto e coerenza. Probabilmente il Rottweiler è il cane da difesa più perfetto che esista: ma nonostante il suo aspetto serio, è anche molto dolce, tenero, affettuoso e devoto alla sua famiglia almeno quanto è implacabile e severo con gli estranei e con i malintenzionati. Versatile, duttile, serio, riflessivo, intelligente, il Rottweiler è una micidiale macchina da guerra ma anche un dispensatore di affetto e baci. Deve però essere allenato e tenuto da chi conosce e riesce a gestire la razza.

Origine del Rottweiler

Il Rottweiler, dal punto di vista storico, è una delle razze di cani più antiche che esistano. Risale al tempo dei romani, quando era usato come cane da guardia; secondo la storia, è lui il cane che ha scortato le legioni dei romani attraverso le Alpi proteggendo sia il popolo che le bestie.
I Rottweiler si incrociarono anche con altri cani, ma rimase il loro carattere fedele, estremamente protettivo nei confronti dei padroni e del gregge. Antenati del Rottweiler sono gli stessi molossi romani che furono progenitori del Cane corso italiano. Il nome del Rottweiler proviene da un’antica città tedesca dell’impero romano, un importante centro commerciale dove i Rottweiler erano conosciuti come i perfetti cani da difesa dei macellai (in compenso ricevevano una bella bistecca). Non a caso questo cane ricevette il soprannome di Rottweiler Metzgerhund, ‘cane da macellaio della città di Rottweil’.
All’inizio del XX secolo la polizia iniziò ad impiegare i Rottweiler come cani da lavoro.
L’incrocio con cani da pastore ha migliorato le sue doti rendendolo un incredibile cane da difesa, assai territoriale, ricettivo all’addestramento e più calmo.
La razza cominciò a diventare famosa nel 1905, quando un esperto tedesco scrisse un’opera su di loro e sulla loro genealogia.
Nel 1920, il Rottweiler venne riconosciuto come razza ed iniziò il suo allevamento. Nel 1935 viene riconosciuto anche dall’American Kennel Club. In Italia il Rottweiler entra per la prima volta nel 1938, una coppia viene acquistata da Paolo Serni di Genova. In Italia, il Rottweiler è la seconda razza da difesa più diffusa: nel nostro Paese è un cane molto amato. Oggi viene usato come cane da compagnia, da difesa e da lavoro.

Il carattere del Rottweiler

Del Rottweiler un esperto, Raymond Triquet, disse che è “una di quelle armi che si mostrano per non doversene servire”. Il Rottweiler è un cane che ha sofferto di alcuni pregiudizi e di tante leggende metropolitane che vogliamo sfatare, dato che si tratta di un cane intelligente e sensibile. Però è doveroso ricordare che non si tratta assolutamente di una razza per neofiti e che non è ‘come un pastore tedesco’. Il Rottweiler è un cane estremamente dominante per natura, e data mole (e fauci) ci mette poco a prendere il controllo. Con lui è necessario un mix di pazienza, forza, polso, equilibrio: mai e poi mai punizioni fisiche e durezza, solo comando della voce.
Fra Rottweiler e padrone deve crearsi un rapporto di fiducia incondizionata e di affetto, altrimenti il rapporto non funziona. Il Rottweiler è un cane tenace, forte, determinato, e quasi mai viene addestrato alla difesa perché si potrebbe perderne il controllo.
Non abbaia praticamente mai, e quando abbaia è spesso troppo tardi per il malcapitato. Il maschio ha un carattere più forte e dominante, la femmina tende ad integrarsi nella famiglia ed è più tollerante. Si tratta di una delle poche razze canine dove la differenza di carattere fra i due sessi è palpabile. E’ importante che i Rottweiler socializzi fin da cucciolo con i bambini e con il resto della famiglia, anche se data la mole non è consigliabile lasciare il Rottweiler coi bimbi.
Un’avvertenza importante: il Rottweiler non tollera altri cani. Questa razza non riesce a sopportare la presenza di altri cani e animali quindi è del tutto sconsigliabile mettere un Rottweiler in una casa dove ci siano altri animali. Lo stesso vale quando si va al parco: museruola (meglio) e guinzaglio sempre ben saldo, meglio fare percorsi tranquilli. Il temperamento del Rottweiler richiede un padrone di polso, che sappia farsi valere senza mai usare violenza.

Taglia e aspetto del Rottweiler

Il Rottweiler è un cane di media taglia. Il maschio di media taglia è 65-68 cm al garrese e peserà attorno ai 50 kg, la femmina di media taglia è sui 60-61 c, al garrese e peserà circa 42 kg.
Il Rottweiler è un cane estremamente possente, forte, muscoloso. Di aspetto leggermente tarchiato ma nel complesso armonico, un cranio di media lunghezza ben largo fra le orecchie. Il muso non è né troppo lungo né corto rispetto al cranio, le gengive sono neri. Ha occhi grandi, a mandorla, marrone scuro. Le orecchie del Rottweiler sono di media grandezza, triangolari e distanti fra loro.
Il Rottweiler ha un collo muscoloso, asciutto e senza pelle floscia, un tronco robusto, con una cassa toracica larga; la coda in genere è tagliata corta. Gli arti del Rottweiler sono abbastanza corti, possenti con zampe grosse. I piedi sono rotonde, con dita ben chiuse e con unghie nere.
Il mantello del Rottweiler è formato da pelo corto e sottopelo, colore nero con sfumature brune e rossastre che si trovano in punti specifici: sulle guance del Rottweiler, sul muso, sotto il collo, sulle zampe, sul petto e alla radice della coda.

Aspettativa di vita e pulizia del Rottweiler

Il Rottweiler ha una discreta aspettativa di vita per la sua taglia: vive fino a dodici anni. Nonostante sia un cane abbastanza pesante, di solito non soffre di displasia del femore, ma è sempre bene assicurarsi che i genitori del cucciolo di Rottweiler non abbiano sofferto di displasia.
Il Rottweiler è un cane che sta in buona salute se fa tanto esercizio fisico, ma non c’è bisogno di portarlo al parco: gli basta un luogo chiuso e recintato per sfogare le energie. Razza robusta e forte, in generale il Rottweiler non tende a sviluppare particolari malattie ma è sempre meglio assicurarsi di acquistare un cucciolo sano (soprattutto in merito, abbiamo detto, alla displasia dell’anca). Altri problemi che la razza può incontrare sono quelli oculari, come l’entropion, o il tumore.
Inoltre il Rottweiler tende a contrarre infezioni da parvovirus (ma è sufficiente vaccinarli da cuccioli per scongiurare il rischio). Infine, attenzione all’alimentazione in quanto il Rottweiler è un cane che può diventare obeso facilmente, se alimentato troppo e male, e in questo caso possono presentarsi problemi come quelli cardiaci, malattie della cute, problemi alle difese immunitarie, diabete, difficoltà della respirazione ed anche infertilità. Per quanto concerne la pulizia, la pelle del Rottweiler è molto delicata. Per il bagno bisogna usare un apposito shampoo per cani e non bisogna prolungare il contatto con l’acqua per più di dieci minuti per non perdere gli olii della pelle.

Prima di portare il cucciolo a casa è bene premunirsi, in questo modo:

  • Compra una cuccia per il cane, abbastanza grande perché stia comodo.
  • Compra un collare ed un guinzaglio che userai fin dall’inizio per abituarlo.
  • Pianifica gli esercizi del cucciolo.
  • Prepara una scorta di cibo di qualità per la sua crescita.
  • Quando viaggi prendi sempre una bottiglia d’acqua ed una ciotola per lui.

Quando finalmente porti il cucciolo di Rottweiler a casa, bisogna che impari subito le regole che ci sono. Bisogna farlo socializzare da subito e con costanza.

  • Stai molto attento a quello che fa.
  • Insegnagli ad urinare e fare i suoi bisogni fuori.
  • Insegnagli quello che può e quello che non può fare.
  • Non lasciarlo dormire sul letto.
  • Nutrilo a colazione, pranzo e cena.
  • Coccolalo e non lasciarlo solo per troppo tempo.
  • Insegnagli ad obbedire ai comandi vocali.
  • Usa trucchi come un biscottino per cani per mantenere ottimale il suo comportamento.

7 cose che devi sapere sull’addestramento

Se stai pensando di prendere un cucciolo di Rottweiler o se stai facendo fatica ad addestrarlo, ci potrebbero essere dei consigli che ti servono. L’addestramento del Rottweiler potrebbe comportare una serie di problemi, fra i quali la disobbedienza agli ordini ed anche episodi di aggressività. Sia che tu stia addestrando un cucciolo o un adulto, la chiave del successo è il rinforzo positivo e tanta pazienza. L’addestramento dei cani è un fattore di costanza e si basa sull’applicazione giornaliera. Se ti dimentichi di addestrarlo, il cane tenderà a rimuovere i comandi. D’altro canto, i Rottweiler sono cani anche molto intelligenti, affezionati, leali, e possono essere molto sensibili, amanti del padrone e della famiglia.
È importante però capire anche che il Rottweiler non è un cane per tutti. Questo cane comporta una serie di responsabilità, e può diventare molto pericoloso se lasciato nelle mani sbagliate. I Rottweiler sono cani forti, che impiegano tempo a maturare, hanno un carattere deciso e tendono a dominare. Ecco perché socializzazione ed addestramento sono chiavi fondamentali perché questo cane possa essere equilibrato. Non è possibile adottare un Rottweiler se non si intende seguire un percorso di addestramento e socializzazione consono. Ecco sette consigli per addestrare il Rottweiler. 

  1. L’addestramento deve iniziare presto. L’addestramento del Rottweiler deve cominciare in tenera età, possibilmente fra le sei settimane ed i sei mesi. Un Rottweiler più grande potrebbe richiedere più tempo e pazienza per essere addestrato, comunque è possibile farlo. Grazie al fatto che il Rottweiler è un cane estremamente intelligente ed obbediente, puoi addestrarlo con rinforzi positivi, ma è sempre meglio cominciare quando è cucciolo.
  2. Ci sono diversi tipi di comando. Allenare un Rottweiler significa approcciarsi a diversi comandi, come ‘sit’, comando di obbedienza. Usa qualcosa di goloso in mano per cercare di richiamare l’attenzione del cane, tienilo davanti al suo naso e quindi con voce calma dì ‘sit’. Adesso porta il cibo o il gioco con lentezza dietro il suo naso in modo che si sieda in modo naturale. Una volta che si è seduto, puoi congratularti con lui e dagli il premio in cibo. Usa una parola sola per i comandi, sempre la stessa, con voce amichevole e sempre una congratulazione quando obbedisce. Non usare mai rinforzi negativi, non picchiare il cucciolo.
  3. L’addestramento richiede del tempo. Non pensate di riuscire ad insegnare al cane come comportarsi ed obbedire in due giorni. Il cane nel giro di 10-15 minuti comprende il comando, ma bisogna ripeterlo sempre con grande costanza nel tempo dopo un po’ di ore da quando l’ha imparato. Passa per esempio tre giorni consecutivi insegnandogli vari comandi in modo da riuscire a vedere se effettivamente riconosce, nel tempo, il tipo di comando.
  4. Dovrai vedertela con il suo spirito di dominio. Il Rottweiler è un cane che ha un’attitudine alla dominanza nei confronti di altri cani, ma questo non significa che lo faccia anche verso il padrone. Il carattere aggressivo e dominante si sviluppa se il cane non viene socializzato ed addestrato. Il Rottweiler ha una tendenza all’intimidazione ed alla dominanza, un aspetto della personalità che bisogna correggere dalla più tenera età. Devi ricordarti che nel branco, comandi tu. Non cercare di dominare con violenza il Rottweiler, lo fa sentire maltrattato. Il Rottweiler è per natura possessivo riguardo al suo cibo e ai giochi. E’ quindi importante abituarlo al fatto che il padrone maneggia il cibo fin da quando è cucciolo per evitare che possa diventare aggressivo quando è adulto.
  5. Fai socializzare il tuo Rottweiler. Un Rottweiler non socializzato sarà sempre minaccioso per cani e persone estranee. E’ fondamentale, per evitare di crescere un cane aggressivo, cercare di far socializzare il Rottweiler fin da quando è cucciolo, facendogli sperimentare la presenza di persone e animali di ogni tipo. Il contatto sociale determinerà il suo carattere una volta adulto.
  6. Sii puntuale anche nella reazione. L’addestramento del cane si basa su tempo e costanza. Non puoi punire un Rottweiler per qualcosa che ha fatto tre ore prima perché non capirebbe. In ogni caso, ricorda che punire un Rottweiler è inutile e può essere deleterio. Piuttosto cerca di essere tempestivo nel rimproverarlo in modo che associ lo sbaglio al rimprovero.
  7. Sii sempre fermo. Essere fermo e costante e non lasciarsi vincere dalla determinazione del cane è fondamentale per poterlo addestrare bene. Il successo dell’addestramento dipende anche dalla tua fermezza. Approfitta di quando il Rottweiler è felice e rilassato per fare una sessione di addestramento. Evita invece di farlo quando il cucciolo non sta bene, non è attento, o è molto stanco.

8 casi di cani supereroi

Il rottweiler è una razza di cane imponente, affascinante, fedelissima all’umano ed alla sua famiglia. Nonostante queste sue caratteristiche, si tratta di un cane che non fa sconti ai malintenzionati che entrano in casa dei padroni, per questo si è giocato la fama di ‘cane cattivo’, dovuta anche a tanti pregiudizi.
Ma per dimostrarvi che i rottweiler hanno un cuore d’oro, postiamo qui le storie di otto rottweiler supereroi.

  1. Il 22 novembre del 1996, a New York, un rottweiler di nome Abby ha salvato la vita a Molly, una bimba di sei mesi, che era assieme alla sua babysitter quando un uomo ha cercato di rapirla. Lo sconosciuto si è presentato a casa dicendo alla babysitter che il padre della bimba aveva avuto un incidente e che la madre aveva chiesto di portargli la bimba in ospedale. Quando la ragazza si è allontanata al telefono per chiedere conferma alla mamma di Molly, l’uomo ha preso la bambina e ha cercato di fuggire. Il rottweiler l’ha inseguito e gli ha morso il braccio, costringendolo a lasciare la piccola.
  2. Un rottweiler ha salvato la sua padrona dall’esplosione dell’auto a Indianapolis, USA, l’11 dicembre del 1991. La donna era al volante quando ad un certo punto dal cofano si è udito uno scoppio ed il fumo ha iniziato ad uscire. Purtroppo la donna era paralizzata dalla vita in giù e non avrebbe fatto in tempo a scappare dall’aio se Eve, la sua rottweiler, non avesse presa per la gamba e trascinata via dal mezzo per sei metri. Qualche istante dopo, il veicolo è esploso.
  3. Il 24 agosto del 1994 ad Orange County, USA, un uomo era andato a fare una passeggiata col suo cane sul monte. Dopo circa un’ora di cammino, il suo rottweiler si è rifiutato di procedere oltre; così il suo padrone ha fatto ritorno a casa, dove ha avuto un attacco cardiaco. Il suo rottweiler l’ha leccato sul volto finché si è svegliato, ed ha spinto verso di lui il telefono perché potesse chiamare i soccorsi. 
  4. Il 16 dicembre del 1999 a Vargas, Venezuela, un rottweiler ha salvato ben 37 persone. Un’enorme alluvione aveva colpito la città, ed il cane aveva cercato di avvertire il padrone abbaiando tutta notte. Quando l’alluvione ha colpito la città, il cane ha salvato in primis una bimba di otto anni, poi altri nove bambini. Orion, questo il nome del rottweiler, ha passato tutta la notte a soccorrere persone: ne ha salvate 37, fra cui un anziano 80enne, ed è diventato giustamente una star.
  5. Il 2 gennaio 2015, in Inghilterra, una anziana signora ha sbagliato fermata del bus ed è scesa prima della sua casa. Così ha iniziato ad incamminarsi a piedi in campagna per tornare a casa, ma si è stortata una caviglia e non è più riuscita ad andare avanti. Dopo circa 15 ore, quattro rottweiler sono stati portati a fare una passeggiata dai loro padroni nel campo vicino: hanno fiutato la presenza della donna e si sono seduti accanto a lei finché i padroni li hanno ritrovati e hanno chiamato i soccorsi.
  6. Il 9 marzo 2014 a Gravesend marito e moglie stavano dormendo tranquillamente, con a fianco il loro rottweiler. Marie, la ragazza, era incinta di cinque mesi. Ad un certo punto il cane ha iniziato ad abbaiare nervosamente. Il padrone, Aryan, l’ha chiuso in bagno per evitare che disturbasse i vicini.
    Improvvisamente quattro rapinatori sono entrati in casa, minacciando la coppia e chiedendo soldi. Il rottweiler è riuscito a liberarsi da bagno ed ha messo in fuga i rapinatori, non fermandosi finché non li ha bloccati. La polizia li ha arrestati tutti.
  7. Il 7 settembre del 2014 negli USA è avvenuta una storia incredibile. Una rottweiler ha avvertito il 911 del fatto che la sua padrona, che soffriva di crisi epilettiche, era stata male. La cagna, Faith, si è resa conto che la proprietaria era svenuta ed aveva battuto la testa. Ha staccato la cornetta del telefono ed ha premuto il tasto di chiamata rapido, collegato al 911, abbaiando alla cornetta. Faith era addestrata a riconoscere i poliziotti e le forze dell’ordine come degli amici, quando li ha visti arrivare a casa ha aperto la porta. I soccorsi hanno salvato la vita alla padrona. 
  8. Il 5 gennaio del 2004 a Cremona la signora Melania Tosoni stava preparando la cena, quando è svenuta. Il fuoco ed il fumo hanno iniziato a invadere la cucina: il loro rottweiler ha mordicchiato la signora finché si è svegliata. L’anno precedente il cane aveva salvato la vita al marito: il cane gli aveva fatto capire col suo atteggiamento strano che qualcosa non andava. L’uomo aveva un infarto in atto.

7 incroci davvero interessanti

Il Rottweiler è uno dei cani da guardia più famosi e più presenti in assoluto. In genere si tende a tenere in casa un Rottweiler per proteggersi da eventuali malintenzionati e tenere alla larga i ladri. Questa razza è caratterizzata da un corpo forte e tozzo, veloce e muscoloso. Sono cani noti per la loro natura territoriale ed il forte istinto protettivo nei confronti dei padroni. In ogni caso anche il Rottweiler, come molte altre razze, è andato incontro a degli incroci nel corso degli anni, allo scopo di creare una razza che avesse determinate qualità e caratteristiche fisiche e caratteriali.
Ma quali sono i più comuni incroci di Rottweiler? Vediamo i sette più interessanti e diffusi.

  1. Il Rottie (Rottweiler e pastore tedesco). Questa razza è estremamente protettiva, e quindi deve essere addestrata in maniera consona; se socializzato e ben addestrato questo cane è un grande compagno di vita. Questa razza di solito arriva a pesare 50-60 kg. Pieno di energia e sempre attivo, questo cane ama proteggere la sua famiglia. Deve essere addestrato con cura per imparare ad essere obbediente. E’ un cane molto intelligente ma starebbe meglio in una casa senza bambini e senza anziani.
  2. Il Golden Rottie. Si tratta dell’incrocio fra un Rottweiler ed un Golden Retriever.
    Generalmente la costituzione è quella del Rottweiler e il cane può arrivare a pesare una quarantina di chili. Questo cane ha la pelliccia più lunga, tipica del Golden, e quindi ha bisogno di essere spazzolato meglio e con più cura rispetto al Rottweiler. Si tratta di un cane che adora giocare e divertirsi, e se ben addestrato può tirare fuori al meglio la sua grande intelligenza e la sua personalità.
  3. Pitweiler. Si tratta dell’incrocio fra un Rottweiler ed un Pittbull. Essendo un mix fra due razze estremamente forti, è un ottimo cane da difesa ed è anche intelligente e piuttosto semplice da addestrare. Fedele e leale al padrone, può diventare aggressivo con gli estranei e quindi deve essere ben addestrato e socializzato da piccolo. Si tratta di un cane che ha bisogno di muoversi, amante del gioco e del divertimento, robusto e solido.
  4. Rottsky. Mix fra un Rottweiler ed un Husky, questo cane particolare da cucciolo assomiglia ad un morbido e peloso Rottweiler con gli occhi chiari dell’Husky. Man mano che cresce, assume lo stesso mantello del Rottweiler, ma di solito un po’ più lungo e quindi deve essere spazzolato con attenzione. Può diventare un cane molto pesante. Le sue caratteristiche e il carattere dipendono anche da quello dei genitori, in generale è un cane intelligente e con un temperamento posato, sociale.
  5. French Bullwellier. Si tratta del risultato dell’incrocio fra un Rottweiler ed un Bulldog Francese. Una combinazione che molte persone trovano abbastanza incredibile, in quanto si tratta di due cani molto diversi che vanno a formare un esemplare unico. Molto massicci e abbastanza bassi, hanno il fisico del Bulldog ma il volto del Rottweiler. In genere sono cani estremamente curiosi e amano divertirsi, ricchi di energia e dalla forte personalità. Sono cani buoni da allenare ed addestrare ed in genere sono tranquilli anche con i bambini, se addestrati da cuccioli.
  6. Labrottie. Risultato dell’incrocio fra un Rottweiler ed un Labrador Retriever.
    Cane estremamente potente e dal fisico possente, di solito viene indicato come un cane aggressivo e con forte tendenza alla protezione del territorio e del padrone. Non è un cane adatto per stare in casa perché ha grande bisogno di giocare e muoversi. Deve essere socializzato fin da cucciolo per avere un buon rapporto con le persone e con altri cani.
  7. New Rottland. Incrocio fra un Rottweiler ed un Terranova, il New Rottland è un cane di grosse dimensioni. Amante del freddo, è un animale dal carattere docile, dolce, e molto socievole. Hanno un abbaio molto profondo e per questo vengono usati come cane da guardia. Questo cane può diventare di dimensioni davvero enormi, e può sviluppare un pelo lungo che richiede attenta manutenzione. Hanno bisogno di muoversi e di correre e non sono adatti per stare in casa. Come ogni incrocio, è un cane adatto per la famiglia, però deve essere addestrato e fatto socializzare fin da cucciolo per favorire la relazione con altre persone e con altri animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here