Come pulire gli occhi al cane ?

0
5471

In questo articolo ti spiegherò come pulire gli occhi al cane, un’operazione semplice e veloce ma molto importante sia per evitare problemi agli occhi, sia per notare fin da subito la presenza di eventuali patologie.

E’ un’operazione piuttosto rapida, ma è importante. Poiché il cane potrebbe non farsi pulire gli occhi volentieri, ti consiglio di abituarlo fin da cucciolo o non appena inizia la convivenza, premiandolo con uno snack quando avrai terminato la pulizia.

Come pulire gli occhi al cane

La pulizia degli occhi del cane si può fare sia con della normale acqua, sia (specie in caso di congiuntivite) con un prodotto antinfiammatorio che riduca il dolore e il bruciore al cane. La pulizia può essere fatta anche con antinfiammatori naturali, come la camomilla, che non è dannosa per il cane.

La sola acqua, però, è indicata solo per una pulizia molto superficiale (ad esempio, i residui lacrimali che rimangono lateralmente al naso), mentre se andiamo a contatto con gli occhi è meglio utilizzare un prodotto detergente specifico.

In entrambi i casi si devono seguire le stesse regole, che permettono di togliere la sporcizia evitando così le infezioni e i fastidi al cane, ma senza danneggiare l’occhio, che bisogna ricordare è una zona molto delicata.

La pulizia degli occhi si fa con una salvietta apposita oppure con una garza a maglie molto fini, sterile, imbevuta nel detergente specifico o nell’acqua.

  • Una volta imbevuto il panno all’interno del detergente, inizia a pulire l’occhio partendo dalla palpebra superiore e scendendo verso il basso.
  • Il cane, per istinto, chiuderà gli occhi, e questo è utile per pulire la superficie esterna della palpebra, facendo attenzione a non fare troppa pressione sull’occhio.
  • A questo punto devi pulire la parte più delicata, i bordi dell’occhio. Considera che la cornea, cioè la parte trasparente, è delicata ma è comunque una protezione, se la tocchi con la garza o con la salvietta non farai danni; il cane, però, tenderà a ritirarsi perché sentirà dolore.
  • Inizia a pulire la parte dell’occhio rivolta verso l’orecchio, la più semplice da pulire, quindi procedi con l’angolo che si trova dalla parte del naso, che è la parte più sporca.
  • Cerca di pulire bene l’angolo, perché le lacrime vengono convogliate in questo punto e ciò significa che, quando seccano, spesso rimangono qui, e devi toglierle. Pulire bene serve anche ad evitare le infezioni, perché essendo un punto “stagnante” è proprio qui che è più facile avere uno sviluppo batterico. Quando pulisci, fai dei movimenti che vanno dall’occhio verso il naso, così da asportare il materiale che eventualmente si è accumulato sull’occhio del cane.
  • A questo punto puoi guardare meglio l’occhio, per capire se la pulizia è completa ma anche per verificare l’eventuale presenza di patologie, come la congiuntivite: se l’occhio è rosso (specialmente all’angolo) il cane potrebbe avere un’infiammazione, mentre se vedi un liquido bianco/verdastro si tratta di infezione. In entrambi i casi è necessario rivolgersi a un veterinario, che consiglierà un collirio apposito.
  • Prima di lasciar andare il cane, pulisci anche la zona che si trova sotto gli occhi, le “righe” delle lacrime; non pulirle significa predisporre quella zona ad arrossamenti e dermatiti.

Quando pulire gli occhi del cane?

La frequenza della pulizia degli occhi dipende essenzialmente dallo stato di salute, nel senso che se il cane ha problemi agli occhi deve essere molto frequente, anche una o due volte al giorno.

Se il cane invece è sano ci si può accontentare di pulire gli occhi due volte a settimana per controllarli ed evitare accumuli di materiale.

A cosa fare attenzione quando si puliscono gli occhi?

Ci sono una serie di cose a cui devi fare attenzione quando pulisci gli occhi al cane, alcune delle quali servono per proteggere l’occhio, altre per evitare patologie.

  • Quando pulisci gli occhi, evita ovatta e cotone; i loro filamenti potrebbero entrare nell’occhio e rimanere lì, favorendo le infiammazioni;
  • Fai attenzione alle croste agli occhi, indice di qualche tipo di ferita. Se noti del sangue, devi avvertire subito il veterinario;
  • Fai attenzione ai peli delle ciglia, notando che siano rivolti verso l’esterno dell’occhio e non verso l’interno. In questo caso potrebbe succedere che il ciglio, strusciando sulla palpebra, crei infiammazione, e anche in questo caso bisogna rivolgersi al veterinario.
  • Se il cane è a pelo lungo, alcuni peli potrebbero toccare la superficie degli occhi; se fosse così tagliali, usando forbici arrotondate, per risolvere il problema alla radice.
  • Quando lavi il cane, fai attenzione che lo shampoo non entri negli occhi, perché potrebbe essere irritante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here