Levriero Afgano: carattere, standard e cose da sapere

0
1385

Il levriero afgano è un cane estremamente elegante e lussuoso, di grande bellezza. Questa razza antica ancora oggi affascina e si fa desiderare. Conosciamola meglio.

Storia del levriero afgano

Il levriero afgano è probabilmente la razza canina più antica della terra. Alcuni graffiti trovati in Nord Afghanistan sembrano testimoniare la sua esistenza già nel 2000 a.C. così come alcuni pari egiziani. La leggenda narra che Noè salvò sulla sua arca una coppia di levrieri afgani. In ogni caso questo cane rimase entro i confini afgani fino al 1900, quando dopo la guerra anglo-afgana alcuni soldati inglesi ne rubarono qualche esemplare per portarli in patria. Il levriero afgano è diffuso anche in Iran dove viene chiamato ‘taxi’, vale a dire ‘arabo’.

Aspetto del levriero afgano

Il levriero afgano è un cane di taglia grande, ha una struttura fisica snella, un pelo lunghissimo e setoso, che assomiglia ai capelli umani. Il levriero afgano ha un aspetto molto dignitoso, un portamento fiero, altezzoso ed elegante.

Carattere del levriero afgano

Il levriero afgano è un cane indipendente, molto solitario, in grado di esprimere nobiltà e riservatezza nei confronti degli estranei. Cane dignitoso ed equilibrato, può mostrare aggressività con gli estranei. Un tempo infatti era un cane da caccia.

9 curiosità su questa razza

Il levriero afgano, a parte i pregiudizi sulla sua altezzosità, la sua eleganza e bellezza, ha un sacco di pregi. Ne ha davvero tanti, ed è una razza ricca di curiosità interessanti da conoscere. Ne volete sapere alcune? Eccole qui:

  1. Si tratta della razza più antica del mondo. Il levriero afgano sembra essere la razza più antica del mondo; sarebbero stati trovati dei graffiti che lo raffiguravano, risalenti al 2000 a.C. nelle zone dell’Afghanistan odierno. Sembra sia stato citato anche dagli antichi egizi.
  2. Se c’è in Europa, è perché è stato rubato. Proprio così: fino al 1900, mai un esemplare di questo cane era stato portato fuori dai confini dello’Afghanistan, era un cane meraviglioso e lussuoso, e cederlo agli stranieri era reputato un privilegio. Qualche furbo europeo però è riuscito a contrabbandarlo, probabilmente dopo le guerre fra Inghilterra ed Afghanistan, e questa razza è stata diffusa anche in Europa.
  3. Ha un mantello prezioso ed unico. Il pelo del levriero afgano è straordinariamente simile ai capelli umani, e va tenuto benissimo.
  4. È velocissimo. Il levriero afgano come tutti i levrieri non è solo elegante, è anche molto scattante, il più veloce fra i cani. Corre a 60 km/h.
  5. È rimasto uguale alle origini. Le foto antiche del levriero afgano lo mostrano pari pari a quello che è oggi. Gli standard di razza redatti nel 1912 sono ancora attuali.
  6. È anche una Barbie. È stata prodotta una barbie che raffigura un levriero afgano, manco a dirlo è andato a ruba; la confezione era completa anche di tutti gli accessori.
  7. È stato clonato. E’ stato il primo cane ad essere clonato in una cellula uovo privato del materiale genetico. Nacque una madre surrogata.
  8. È il cane degli artisti. Il levriero afgano compare nella vita di artisti e di persone famose, come Dalì e Picasso, ma anche in alcuni famosi dipinti. Anche Salvador Dalì dedicò un dipinto a questo cane, intitolato ‘Invisible afghan with the apparition on the beach of the face of Garcia Lorca in the form of a fruit dish with three figs’.
  9. Secondo la leggenda, questa razza di cane sarebbe stata salvata durante il diluvio universale da Noè in persona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here