La tosse del cane: è il caso di preoccuparsi?

0
406

Proprio come in noi, anche nel cane può presentarsi un fastidioso e a volte preoccupante sintomo: la tosse.

Tossire è un gesto involontario con il quale a volte il corpo prova ad espellere qualcosa che ha invaso le vie aeree, ma spesso è un inconsapevole conseguenza di uno stato di irritazione.

Le cause della tosse possono essere molteplici e distinguere da caso a caso è importante per capire cosa fare.

Tosse del cane: quali sono le cause?

Come accennato poco fa, i motivi che possono portare il cane a tossire sono svariati e non tutti per fortuna preoccupanti. La tosse, infatti, non va considerata una malattia ma un sintomo, un modo che il corpo ha per risolvere (o provare a risolvere) una problematica in atto.

Le possibili cause della tosse dei cani sono molteplici. Vediamole nel dettaglio e scopriamo cosa fare per aiutarlo

Tosse del cane: infiammazione e infezioni delle vie aeree

Il cane può tossire perché una parte delle vie aeree si è infiammata. In base all’altezza in cui questa infiammazione si è scatenata avremo la possibilità che il cane abbia contratto una tonsillite, una bronchite o una polmonite.

Molto spesso, l’infiammazione è la conseguenza di una infezione, che può essere causata da un batterio, un virus oppure un parassita. Nella maggior parte dei casi il responsabile è un virus: i virus in grado di infettare le vie respiratorie dei cani sono molti, come ad esempio il coronavirus del cane, l’ herpesvirus e l’ adenovirus del gruppo 2. In caso di infezione virale, gli antibiotici non hanno alcuna capacità curativa ma possono tuttalpiù prevenire la sovrapposizione batterica, che si verifica quando un ceppo di batteri infetta un tessuto debole perché già sottoposto all’infezione virale.

Esiste tuttavia la possibilità che siano i batteri i responsabili primari dell’infezione: in questo caso gli antibiotici sono efficaci per risolvere la malattia. Il farmaco di elezione per il trattamento di questo tipo di infezioni è la Doxicillina, che si rileva particolarmente efficace nel combattere i batteri più comunemente causa di questo tipo di infezioni (Bordetella bronchiseptica e i batteri del genere Mycoplasma)

Una terza possibilità è che l’infiammazione sia stata causata da agenti non infettivi: si parla in questo caso si parla di bronchite cronica, che può avere un origine piuttosto variegata. A causarla possono essere problemi di asma bronchiale, allergie o un collasso bronchiale

Tracheite nel cane

Un caso tipico di infiammazione delle prime vie aeree è la tracheite, che nei cani può presentarsi per moltissimi motivi. A volte un cane lasciato solo che abbaia per lungo tempo può sviluppare questo problema, oppure la causa può essere un collare troppo stretto portato per lungo tempo.

La tosse in questa caso sarà decisamente caratteristica, dal suono simile ad un rauco lamento che termina con l’espulsione di catarro.

Occlusione parziale delle vie aeree: una possibile causa di tosse nel cane

Un’altra possibilità è che il cane tossisca per la presenza di qualcosa all’interno delle proprie vie aeree.

Potrebbe trattarsi ad esempio di un corpo estraneo, inalato per errore durante la respirazione o il pasto. Tossendo, il cane prova ad espellerlo e liberarsi di questa fastidiosa presenza.

Nella migliore delle ipotesi, il cane riuscirà ad espellerla dopo pochi tentativi senza gravi conseguenze. Qualora così non fosse, occorre ricorrere con urgenza all’aiuto di un veterinario.

Tosse cardiaca nel cane

Un altra possibilità, purtroppo, è che il cane tossisca per effetto di una cardiopatia, di cui la tosse è la manifestazione esterna più evidente.

Una tosse dovuta a problemi cardiaci nel cane si può descrivere come secca, che non produce muchi né li espelle, di intensità forte e persistente nel tempo. In genere i cani che manifestano questo tipo di problema tendono a manifestarlo per lo più di notte o alle prime ore del mattino, in condizioni di riposo. La sensazione, ascoltandolo, è che il cane abbia inalato qualcosa che sia rimasto incastrato nella gola del cane e che la tosse sia un disperato tentativo di liberarsi. I cani di taglia più piccola sono quelli maggiormente soggetti a manifestare questo tipo di sintomatologia, ma anche nei cani grandi possono svilupparsi problemi cardiaci, che però non si manifesteranno probabilmente con questo tipo di segnali.

Contusioni o traumi

In ultimo, anche colpi violenti o pressioni sul collo ed il torace possono portare il cane ad una irritazione delle vie respiratorie e alla tosse. E’ il caso, ad esempio, di un collare troppo stretto, che impedisce al cane la corretta respirazione e può portarlo a sviluppare una tosse persistente.

Nel caso in cui il problema dovesse essere di questo tipo, possiamo evitare di preoccuparci e provvedere ad eliminare la fonte del problema, ad esempio il collare. In tutti gli altri casi dobbiamo assolutamente rivolgerci al veterinario, che dovrà capire l’esatta natura del problema e predisporre il piano di intervento più adeguato.

Il cane ha la tosse: cosa farà il veterinario

In caso di tosse persistente e preoccupante, il veterinario dovrà cercare innanzitutto di individuarne la causa.

Per prima cosa eseguirà l’anamnesi, per identificare eventuali fattori scatenanti. Anche determinati fattori ambientali, come la presenza di sostanze irritanti nell’ambiente, possono essere la causa di infiammazioni non infettive a carico delle vie respiratorie.

Una volta escluse le ipotesi generali, passerà a predisporre analisi del sangue, delle urine e delle feci. Spesso il veterinario richiede anche ecografia e radiografia, per escludere la presenza di eventuali neoplasie (tumori). Una volta individuata la causa, si inizierà a programmare il percorso di recupero, che potrà prevedere una cura di antibiotici, l’inalazione di prodotti antiinfiammatori o, nei casi più sfortunati, un intervento chirurgico per la rimozione della massa tumorale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here