Giochi per cani: cosa sono i problem solving

0
1226

Esistono tantissimi giochi che si possono fare col proprio cane, perché non provare una categoria nuova, come quella del problem solving? Per problem solving, o giochi di attivazione mentale, intendiamo un particolare tipo di giocattoli che, anziché focalizzarsi sull’attività fisica e sui giochi classici da cani, cercando di stimolare la loro attività mentale.

Proprio così: quelli di problem solving sono dei giocattoli che aiutano il cane a sviluppare la sua mente e la sua intelligenza, mettendoli alla prova mentalmente e non fisicamente.

Giochi di attivazione mentale

Chiamati anche giochi di attivazione mentale, si tratta di rompicapo che il cane deve riuscire a risolvere per ottenere un obbiettivo. Di solito l’obiettivo, per stimolare il cane, è il cibo, ma può essere anche un altro oggetto.
Inutile cercare di descrivere qui tutti i tipi di giochi di attivazione mentale che potete trovare in vendita: sono scatole da aprire, cassetti, bicchierini da ruotare, e altri giochi intelligenti che faranno ingegnare il vostro cane per farglieli risolvere. C’è anche chi li fabbrica in casa, in questo caso vi chiediamo attenzione ai materiali che utilizzate.

Come fa il cane a risolvere il problema?

Veniamo al punto cruciale della questione: come fa il cane a risolvere il problema?
Il cane può usare le sue zampe anteriori, la bocca, ed il naso per cercare di venire a capo del gioco. I cani sono capacissimi di usare al meglio zampe e naso in combinazione per raggiungere i loro obbiettivi.
Il problem solving è un gioco che si può usare per cercare di sviluppare la mente del cane. Vi consigliamo di partire dai livelli semplici fino ad arrivare a quelli più complessi e difficile.
Il proprietario, cioè voi, non dovrà allontanarsi ma dovrà rimanere accanto al cane per tutto il tempo del gioco.
Non si tratta di aiutarlo nella soluzione, ma semplicemente di essere una sorta di sostegno psicologico e mentale al cane, con la presenza. Se ve ne andate, rischierete che il cane possa stufarsi alla svelta del gioco e decidere di lasciar perdere. Quindi armatevi di un buon gioco di attivazione mentale e di tanta pazienza; se vedete che dopo qualche minuto il cane non è ancora riuscito a risolvere il problema, forse è il caso di semplificarlo per evitare che si annoi.

A cosa servono i giochi di problem solving

Questa tipologia di giochi ha soprattutto lo scopo di fare leva sul’ autostima del cane, sull’autosufficienza, di stimolarne le funzioni cognitive, l’autocontrollo, la capacità di concentrazione. Non solo, questi giochi ‘educano’ il cane alla calma e ad usare il cervello, non solamente la forza bruta.
Possono essere un’alternativa ai giochi di movimento, quando fa troppo caldo o quando piove. Non sottovalutate mai l’importanza che il gioco ha per il cane. Il cane è un animale che ha bisogno di essere messo alla prova dal punto di vista cognitivo. Volete fare un esempio di gioco di problem solving fai da te? Vi serve solo un recinto ed una pallina al quale il cane sia affezionato. Lanciatela al di là del recinto e stimolatelo ad andarci.
Questi giochi aiutano il cane ad adattarsi a situazioni diverse, a essere flessibile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here