Come prevenire l’aggressività del cucciolo

0
1809

Per quanto l’aggressività sia un comportamento normale nel cane, per definire la sua posizione sociale in un branco o come manifestazione di disagio e paura, di certo non è desiderabile che si manifesti in un contesto familiare.
Nell’ educare un cucciolo dovremmo preoccuparci di prevenire la comparsa di atteggiamenti aggressivi, con una serie di accorgimenti che verranno spiegati in quest’articolo.

L’importanza della socializzazione

Dai primi giorni che il cane fa il suo ingresso a casa vostra fino all’età adulta, è importante fargli sperimentare esperienze sociali positive.

Fagli conoscere altri cani, animali e persone dapprima in contesti più tranquilli, poi, non appena il cucciolo sembra a suo agio, sempre più movimentati.
E’ importante che incontri soggetti di età, sesso e razze differenti , soprattutto per quanto riguarda le persone.
Il cane deve inoltre non avere paura delle mani: prova a chiedere a una persona a lui estranea di dargli un bocconcino, una volta che ha rispettato il comando “seduto” che tu gli hai impartito. Questo gli insegnerà a non aver paura delle mani e a non saltare addosso alle persone per salutarle.

Prevenire l’aggressività da paura: l’abituazione

Comincia ben presto ad abituare il cucciolo a fare giri in macchina (prima di pochi minuti, poi sempre più lunghi), a tollerare rumori con cui verrà a contatto (tosaerba, aspirapolvere, phon, lavatrice ecc…) e ad essere manipolato.
Il cucciolo viene esposto al nuovo stimolo o manipolazione solo quando è già tranquillo, e se mostra segni di disagio è bene smettere e ripetere in un secondo momento.
Quando il cane rimane calmo, va premiato. Attenzione a non premiare il cane quando è aggressivo o impaurito (quindi niente coccole da rassicurazione!).
Abitua il cucciolo ad essere controllato dopo ogni passeggiata, ad essere lavato e ad affrontare taglio di unghie e pulizia delle orecchie.
Qualcuno inscena una finta visita dal veterinario, in modo che il cucciolo ne abbia meno paura quando dovrà affrontare le prime vere visite.

puppy 2Educalo!

Un cane maleducato e viziato crederà che tutto gli sia dovuto e pretenderà le varie risorse (cibo, coccole, passeggiata…) con vocalizzazioni, danni alla casa, e svilupperà più facilmente comportamenti ansiosi e aggressivi.
Il cucciolo va educato sin da subito a ricevere solo se prima esegue un comando: non si ottiene niente per niente, e questo messaggio deve entrare bene nella testa del tuo cane.
Insegnagli il comando “resta” a cui deve obbedire per poter seguirti seguire in un’altra stanza, o il comando “seduto” per potergli agganciare il guinzaglio e ottenere la passeggiata come premio.
Ignora i suoi mugolii e richieste d’attenzione e premia ogni suo successo: funzionerà meglio di ogni sgridata o punizione fisica.
Se non sei certo di riuscirci, contatta un educatore della tua zona! Non trascurare i primi mesi di vita del tuo cane, sono fondamentali per far sì che cresca equilibrato.

Controllare la forza del morso e l’atteggiamento di difesa degli oggetti


La mamma insegna ai suoi cuccioli a non stringere troppo i denti quando giocano, ma ciononostante qualche piccolo continua a far male mentre gioca…con le tue mani!
Per inibire questo comportamento, ci si avvale dei principi dell’ educazione citati sopra: se stringe troppo, si dice “ahi” e si va via, lasciando il cane solo.
Ignoralo se piange e torna da lui solo quando è tranquillo.
Una volta che il cucciolo sa rispondere ai comandi, ne puoi insegnare uno come “basta” o “molla”, da dire con tono risoluto ma non troppo forte, e premiarlo quando lo esegue; se non lo esegue, ignoralo.
Questo comando è utile anche per inibire un comportamento di difesa degli oggetti troppo marcato: quando ha un giocattolo in bocca, sventola un bocconcino davanti al musetto e impartisci il comando. Quando apre la bocca per prendere il bocconcino e lascia andare il giocattolo, permettigli di mangiare il suo gustoso premio: assocerà ben presto “basta” all’ atto di lasciare il gioco.

Per concludere:


Il modo migliore per prevenire comportamenti aggressivi nel cane è far sì che sin da subito sia ben educato, in modo che possa capire “chi è che comanda” (e no, non è lui) e che venga abituato ad altri soggetti e alle varie situazioni della vita quotidiana.
Sii gentile con lui ma non viziarlo ed evita le punizioni che lo renderebbero pauroso e quindi aggressivo.

Non ignorare ogni segno di aggressività e parlane se vuoi con noi.

Puoi lasciare qui un commento oppure scrivere direttamente al nostro esperto comportamentalista che sarà lieto di aiutarti

Love4pet – Ci mettiamo il cuore

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here