Colpo di calore nel cane: che cos’è, sintomi e cosa fare

0
3489

Quando arriva l’estate, e fuori è caldo, a parte per i bagni al mare la vita di tutti i giorni non è poi così piacevole. Tutti soffriamo il caldo, sudiamo e cerchiamo sempre un po’ di refrigerio.

Ma ti sei mai chiesto quali siano gli effetti del caldo sul tuo cane ?

Il caldo è sopportato con più difficoltà dal cane, perché il cane è un animale che arriva dai climi freddi, e quando il caldo è davvero troppo i cani possono rischiare la patologia più urgente, che li mette maggiormente a rischio della loro stessa vita: si chiama colpo di calore.

Il colpo di calore è la cosa più grave che possa succedere al tuo cane. È una patologia che si presenta quando il cane rimane chiuso da qualche parte in cui l’aria non circola, in estate: il posto più pericoloso è la macchina, sotto il sole, anche se non si possono escludere situazioni diverse come un sottotetto o soffitte.

Colpo di calore: che cos’è?

Il colpo di calore è una situazione in cui la temperatura esterna è più alta di quella interna del corpo. L’organismo del tuo cane, infatti, produce sempre calore e questo viene dissipato nell’aria. Questo, per un principio fisico, è possibile solo se la temperatura esterna è più bassa di quella dell’organismo.

Visto che una macchina chiusa accumula calore dall’esterno, perché i raggi solari arrivano dal vetro, ma non può eliminarlo, nell’abitacolo si possono tranquillamente superare i 40 gradi, e questa temperatura è superiore a quella corporea del cane, che è all’incirca di 38 gradi.

Il superamento della soglia di calore fa sì che l’organismo cerchi di dissiparlo sempre di più, generalmente con la respirazione che elimina vapore acqueo (i cani non sudano) e questo fa entrare all’interno del corpo ancora più calore, così che si superi la “temperatura limite” dell’organismo. Questo porta a collasso, un’improvvisa perdita di funzionalità degli organi tra cui il cervello.

Un cane in questo modo può arrivare a morte nel giro di pochissimo tempo, ed è per questo che dobbiamo risolvere il corpo di calore da soli: per arrivare dal veterinario di solito non c’è tempo. Dovremo portarlo dopo aver fatto alcune manovre, per stabilizzare la situazione.

I sintomi del colpo di calore

Cane colpo di caloreI sintomi del colpo di calore sono molto caratteristici, e sono facilmente riconoscibili dal proprietario dell’animale. Per prima cosa si prende in considerazione l’ambiente: è caldo, molto caldo, perché se fosse freddo non c’è possibilità di avere questo sintomo.

Quando si guarda il cane, vediamo che:

  • Il respiro è pesante e affannoso, perché non riesce ad espellere il calore quindi i suoi polmoni cercano di lavorare di più per espellerlo (è un meccanismo fisiologico automatico, in queste situazioni);
  • Il cane ansima eccessivamente, tanto da rimanere costantemente a bocca aperta e con la lingua laterale, per cercare di far entrare più aria;
  • Il cane non riesce a muoversi, sta sdraiato di solito a pancia in su e anche quando cerchiamo di muoverlo o di metterlo in piedi semplicemente cade, non riuscendo a sfruttare i propri muscoli per il calore eccessivo;
  • A causa dell’iperemia, cioè dell’afflusso di sangue nelle parti periferiche del corpo, per dissipare il calore, gli occhi sono rossi, hanno sangue all’interno.
  • Nei casi più gravi, il respiro si fa molto debole, e il cane non riesce a muoversi in nessun modo. Se lo solleviamo, non reagirà in alcun modo.

Cosa fare in caso di colpo di calore:

  • La prima cosa da fare, è far uscire il cane da quella situazione. Dovrai liberarlo, per forza di cosa potresti anche trovarti nella situazione di dover rompere il vetro di un auto. Non tirati indietro! Salvare un animale in difficoltà è un obbligo di legge.
  • A questo punto, dovrai cercare di far uscire il calore dall’organismo, cosa che si può fare rendendo più freddo l’ambiente circostante.
  • Attenzione: non dovrai nè bagnare, né tantomeno congelare la parte superficiale con del ghiaccio. Se facessi una cosa del genere, chiuderesti i vasi sanguigni superficiali, che sono quelli che veicolano il calore dalla parte più profonda dell’organismo alla pelle, dalla quale il calore verrà espulso.
  • Avrai bisogno di alcool, da spargere sulla pelle del cane. L’alcool, a temperature non troppo alte, evapora, ed evaporerà a contatto con la pelle entro pochi secondi, portando con sé parte del calore della pelle. Inoltre, l’alcool crea una vasodilatazione, quindi aumenta l’ampiezza dei vasi sanguigni che porteranno alla pelle più sangue, caldo.
  • Fai vento in direzione perpendicolare a quella del cane: immagina che l’alcool caldo evaporato dal corpo dell’animale sia sopra di lui come una nube. Con un ventilatore, o con un ventaglio, dovrai spostare l’aria che si trova sopra all’animale, così che il suo posto possa essere preso da altro calore che evaporerà.

Facendo in questo modo il cane inizierà a riprendersi e a muoversi. A questo punto, però, non hai ancora finito: devi andare dal veterinario.

Telefona all’ambulatorio più vicino per spiegare la situazione, così che il medico abbia modo di preparare quanto necessario per agire appena arrivi. Mentre vai verso lo studio, lui preparerà delle flebo fredde, da iniettare direttamente nei vasi del cane. Le flebo raffredderanno il corpo dall’interno tornando così ad avere una temperatura normale.

Se dovesse capitarti una situazione del genere, non dimenticare di agire in questo modo: il colpo di calore è una delle patologie più pericolose in assoluto per il tuo cane, e sbagliare anche una piccola cosa potrebbe costargli la vita.

E solo tu puoi fare qualcosa: il rischio è così alto che, portando il cane da un veterinario senza fare qualcosa tu stesso prima, rischierebbe di morire durante il viaggio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here