7 trucchi per abituare il gatto al trasportino

0
160

Trasportino: croce e delizia

Il trasportino è un oggetto indispensabile per chiunque abbia la fortuna di condividere la vita e la casa con un gatto.

Eppure spesso, questo imprescindibile accessorio, diventa una vera maledizione per il micio e, di conseguenza, anche per noi. Impariamo quindi come fare in modo che il gatto si abitui al trasportino e come trasformare una esperienza traumatica in…una vera passeggiata!

1) Abituiamo il gatto fin da cucciolo

La cosa migliore è abituare il gattino a stare nel trasportino fin da cucciolo. Da piccolo il gattino, infatti, è più disposto a seguirci e a fidarsi come farebbe con la sua mamma, sapendo che la sua vita, in quella fase, dipende solo da noi. Abituarlo fin da subito, quindi, è un’ottima strategia per non avere problemi quando il gatto sarà adulto.

2) Lasciare il trasportino in giro

Nella maggior parte dei casi il trasportino è un oggetto che il gatto conosce molto poco. Perché quando non occorre, viene generalmente smontato e riposto in un angolo del ripostiglio.

Questo comportamento, per quanto comprensibile, fa si che il gatto non abbia familiarità con esso e, rispondendo ad un istinto proprio di tutti gli animali che hanno conservato almeno in parte la propria indole selvatica, tendono ad esserne diffidenti.

Una buona regola è, quindi, tenere sempre il trasportino in giro per casa. Il gatto si abituerà all’oggetto, lo vedrà come qualcosa di neutro e di cui non aver paura e si abbandonerà con meno ansia all’idea di trascorrerci dentro qualche ora.

3) Infilare coperte e cuscini del gatto nel trasportino

I gatti amano accucciarsi nei luoghi piccoli e riparati come può essere l’interno di un trasportino. Basti pensare a quanto amino infilarsi in qualunque scatola trovino per casa, eleggendola immediatamente a loro cuccia preferita.

E’ possibile quindi sfruttare questa naturale tendenza del gatto a cercare una tana, utilizzando qualche piccolo trucchetto. Infilare una copertao un cuscino, di quelli su cui il gatto dorme o riposa di solito, nel trasportino, può aiutare allo scopo.

Il gatto, sentendo il proprio odore, sarà più tranquillo e tenderà a entrare nel trasportino per riposare. Ovviamente non accadrà immediatamente ma richiederà del tempo, per cui bisogna avere un poco di pazienza e lasciare al gatto tutto il tempo di cui ha bisogno

4) Mettere la ciotola della pappa nel trasportino

Un altro sistema utile per abituare il micio al trasportino è quello di infilarci la ciotola con la pappa. All’inizio il gatto potrebbe essere insicuro e spaventato all’idea di dover entrare nel trasportino per cercare il cibo. Sarà meglio quindi, inizialmente, posizionare la ciotola all’ingresso del trasportino, in modo che il gatto possa mangiare rimanendo comodamente all’esterno.

Pian panino, quando il gatto si sarà abituato, spostiamo di qualche centimetro a settimana la ciotola verso l’interno, fino a portare il gatto a mangiare stando completamente dentro. Anche in questo caso occorrerà del tempo, ma una abituato, potremo poi utilizzare la pappa in qualunque momento per far entrare il gatto nel trasportino senza problemi.

5) Clicker training: un modo alternativo per convincere il gatto a entrare nel trasportino

L’addestramento con il clicker può essere un modo diverso e molto divertente per insegnare al gatto a entrare nel trasportino. Consiste nell’usare un oggetto, detto clicker, che fa un rumore secco e immediato, e dei bocconi succulenti come premio.

Dopo aver appoggiato il trasportino in un angolo, aspettiamo che il gatto si avvicini ad esso spinto dalla curiosità di vedere di cosa si tratti. In quel momento facciamo suonare il clicker e diamo il premio al gatto. Ripetiamo la cosa 5 o 6 volte per ogni sessione, una volta al giorno. Col passare dei giorni, premiamo il gatto solo quando si avvicina all’ingresso del trasportino, e poi solo se inizia ad entrarci da solo.

Nel giro, di poche settimane, usando questo sistema, sarà il gatto ad entrare nel trasportino senza bisogno che siate voi a infilarcelo.

6) Mettere il gatto nel trasportino senza nessun motivo

Andare dal veterinario ed essere sottoposti alle sue visite non piace a nessun gatto. Se noi utilizziamo il trasportino solo per portare il gatto dal veterinario, lui assocerà all’ esperienza negativa della visita e tenderà ad essere agitato anche solo ne vederlo.

Per evitare che ciò accada, è utile mettere il gatto nel trasportino senza nessun motivo, e dopo un poco farlo uscire.

Meglio ancora se mentre il micio è lì gli diamo un bel premio appetitoso, oppure lo portiamo in una stanza che al gatto piace ma in cui di solito non gli è permesso entrare. Insomma sta a noi trovare un premio, qualcosa che gli piaccia, che possiamo dargli perché associ al trasportino qualcosa di bello.

7) Mantenere la calma

Infine, come ultimo consiglio, mi raccomando di tenere sempre una atteggiamento calmo e rilassato. A volte siamo noi stessi, presi dall’ansia, a trasmettere questo sentimento al gatto e a peggiorare il suo stato emotivo.

Al contrario, quando il gatto è dentro il trasportino, faremmo meglio a parlargli, con tono dolce, rassicurandolo, e magari facendogli qualche carezzina attraverso la porta del trasportino. Magari non servirà a fargli amare quell’oggetto, ma di sicuro non avremo contribuito a peggiorare la situazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here