Per quanto tempo il gatto può restare solo mentre sono in vacanza?

0
10637

Se dovete stare via di casa per qualche giorno, potreste chiedervi fino a quanto tempo è possibile lasciare l’animale a casa da solo, senza nessuno. Premesso che sarebbe sempre meglio, nel caso limite, dare le chiavi di casa ad una persona fidata che venga almeno una volta a controllare se va tutto bene, comunque è sempre meglio sapere come comportarsi se ciò non può avvenire.

Quanti giorni può stare da solo il gatto?

Il gatto può stare da solo in casa per massimo tre giorni. Non di più. Lasciate al gatto diverse ciotole di acqua, in modo che anche se una dovesse rovesciarsi ne abbia altre. Lasciate anche più cibo: il gatto gestisce in autonomia l’alimentazione. Il cibo fresco, ovviamente, non deve restare fuori, e se il vostro gatto non mangia croccantini dovrete abituarlo con un certo anticipo.
Un’altra soluzione intelligente è quella dell’erogatore automatico del cibo per gatto, che ad un’ora stabilita del giorno rilascia una porzione di crocchette: anche in questo caso è bene far abituare il gatto all’aggeggio prima che partiate. Lasciate al vostro gatto almeno due vassoi di lettiera pulita per i suoi bisogni.

Lasciarlo in casa o fuori?

Questo dipende dalle abitudini del gatto, ma in generale consigliamo di non lasciarlo fuori: potrebbe non avere un posto dove dormire, ed inoltre il cibo potrebbe venirgli sottratto da altri animali. Inoltre il gatto potrebbe essere colto da un temporale o avventurarsi più lontano del solito in vostra assenza. Anche in casa possono verificarsi incidenti, ma è comunque più sicuro che non il giardino.
Quando tornerete a casa, potreste anche trovare delle spiacevoli sorprese, come divani strappati e tende coi buchi. Non si sa mai cosa può fare il gatto per noia (o per vendetta). Ecco perché è sempre meglio lasciare il gatto a qualcuno di fidato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here