Piccolo Levriero Italiano: carattere, standard e 10 cose che non sapevi

0
8635

Il Piccolo Levriero Italiano, conosciuto anche più comunemente col nome di Levriero Italiano, è un levriero a tutti gli effetti ma in dimensioni molto più piccole rispetto a quelli ‘classici’: è infatti ‘in miniatura’.
Il Piccolo Levriero Italiano è considerato un cane estremamente grazioso, raffinato, che combina in sé potenza muscolare, grazia ed eleganza. Il tutto racchiuso in un cane che raramente supera i 5 kg.
Questo cane nel corso del tempo si è distinto come il simbolo di persone ricche e potenti, anche persone illustri e personaggi storici come Caterina II d Russia e Federico il Grande hanno posseduto un piccolo levriero italiano. Scopriamo di più sulla sua storia e sul suo carattere.

Origini del Piccolo Levriero Italiano

Il Piccolo Levriero Italiano ha delle origini assai antiche, come racconta la storia di alcuni fossili di circa 5mila anni fa – rinvenuti in Egitto – che potevano appartenere ad un cane estremamente simile a questa razza.
Dall’Egitto, però, il piccolo levriero italiano è arrivato quasi subito in Italia dove si è sviluppato e dove si sono perfezionati gli standard di razza.
Nei libri di storia dell’arte ci sono infatti diversi quadri e pitture che raffigurano questo animale accanto a persone nobili. Soprattutto nel corso del Rinascimento il Levriero Italiano è diventata una razza molto apprezzata: venne dipinto da Giotto, da Michelangelo, da Giambattista Tiepolo. Questo cane, nel corso dei secoli, è sempre rimasto un simbolo di raffinatezza ed eleganza.
Allevato come cane da caccia dei nobili, ottimo soprattutto per la caccia al fagiano ed alla lepre, attorno al XIX secolo questo cane ha cominciato ad essere usato come animale da compagnia e come animale sociale.
La Marchesa Maria Luisa Incontri Lotteringhi della Stufa, titolare di un allevamento storico, ha salvato questa razza dall’estinzione, in quanto il Levriero Italiano aveva ormai perso l’istinto della caccia e diventava sempre più gracile e fragile. Così il destino della razza del Piccolo Levriero Italiano è stato scritto in Italia.

Carattere del Piccolo Levriero Italiano

Il Piccolo Levriero Italiano è un cane dal carattere docile, affettuoso, e dotato di un temperamento assai mite e anche molto riservato. Ottimo cane da compagnia, ha uno spirito d’adattamento molto spiccato in quanto sa adattarsi sia alla vita d’appartamento che all’attività sportiva. Si tratta di un cane che ama muoversi, apprezza le lunghe passeggiate in montagna tanto quanto quelle al mare. Ovviamente è un cane velocissimo: è un levriero…
Non sa nuotare ma ama seguire il padrone ovunque, purché lo si protegga adeguatamente dal freddo in quanto è un cane che non è dotato di un tessuto adiposo sottocutaneo sufficiente. Il Levriero Italiano teme molto il freddo ed ama stare al sole ed al caldo.
Il Piccolo Levriero Italiano è un cane che si affeziona moltissimo al padrone ed odia la solitudine. Si tratta di un cane educato, che non abbaia e non stufa neppure nei mezzi pubblici. Ha sempre bisogno di contatto fisico con il padrone e con la famiglia, ama stare a contatto e sedersi su divani e poltrone…
Il Levriero Italiano è un cane mite e dal carattere dignitoso, ma è pur sempre un levriero ed ha bisogno di essere addestrato con cura fin da cucciolo. Da piccolo si dimostra molto esuberante, imprudente addirittura.

Taglia e aspetto

Il Piccolo Levriero Italiano è un cane di piccola taglia, che misura al massimo 40 cm al garrese e non supera i 5 kg di peso.
La struttura del corpo a prima vista è molto gracile, in realtà è un cane muscoloso e che raggiunge i 60 km/h di velocità in corsa al piano. Si tratta di un cane estremamente elegante ed aggraziato. Ha un’ossatura secca ed asciutta, muscolatura allungata e sinuosa. Il muso è appuntito, gli occhi grandi ed espressivi, la coda è appuntita. Il tartufo è sempre scuro.
I colori ammessi del Piccolo Levriero Italiano sono nero, isabella, grigio ed ardesia. Il pelo è raso e liscio, segoso al tocco.

Aspettativa di vita e salute

Il Piccolo Levriero Italiano non è un cane gracile come potrebbe sembrare ma comunque per garantirne la salute bisogna curarne l’alimentazione e la pulizia.
Da curare in primis la salute psicologica: soffre molto la solitudine e non deve essere lasciato da solo per lungo tempo. Bisogna stare attenti a coprirlo durante la stagione invernale perché soffre molto il freddo. 
Ha un’ossatura delicata e quindi attenzione ai traumi e ai giochi con bambini piccoli.
L’alimentazione del Piccolo Levriero Italiano deve essere equilibrata perché questo cane non deve ingrassare, a causa della conformazione fisica leggera.
Il Levriero Italiano è un cane longevo, con aspettativa di vita da 12 ai 15 anni. 

10 cose che non sapevi

Il Levriero Italiano è una razza di cane davvero dolce ed adorabile. Questa razza è conosciuta soprattuto per essere stata una grande razza di cane da corsa, ma non solo per questo. Leale, intelligente, molto dolce con tutta la famiglia, eccellente cane da guardia con una straordinaria sensibilità e fedeltà per il suo padrone: questo cane è veramente un tesoro tutto da scoprire.
Ci sono tantissime cose su questa elegante razza che potresti non sconoscere. Ecco dieci fatti che sarebbe utile conoscere sul Levriero Italiano, soprattutto se hai intenzione di adottarne uno.

  1. Non gli serve troppo esercizio, al contrario di quello che si crede. Il Levriero Italiano non è un cane che ha bisogno di correre dalla mattina alla sera. Certo, è un cane pieno di energia e di voglia di vivere, e per questo motivo è noto che è il cane da corsa per eccellenza. Ma non ha bisogno di correre più di 15-20 minuti al giorno: una passeggiata quotidiana è più che sufficiente per lui.
  2. Amano rilassarsi. Il Levriero Italiano è un cane che adora il relax, rimanere tranquillo sul divano o in giardino con il suo padrone. Ama talmente tanto rilassarsi che non si direbbe mai possibile per un cane così veloce e scattante.
  3. Riescono a vivere in spazi piccoli. Per tante persone non è facilmente concepibile che un cane come il Levriero Italiano, che è abbastanza alto, possa vivere in spazi non grandissimi, e per questo rinunciano ad adottarli. Ma non preoccupatevi, questa razza è agile e resistente e sta bene anche in un appartamento. Quello che è fondamentale è non farli impigrire troppo e fargli fare una passeggiata al giorno, ovunque si viva. Inoltre è importante che la cuccia, o la zona dove dormono sia sufficientemente grande e confortevole.
  4. Sono cani affettuosissimi. Non puoi immaginare quanto sia amorevole un Levriero Italiano fino al momento in cui hai a che fare con lui. Questo cane ha una predilezione per dimostrare affetto ed attenzione al padrone, attenzione che però richiede anche da parte del padrone. Questo cane adora stare assieme alla sua famiglia, e soffre di ansia da separazione. Non è il tipo di cane che si può lasciare in casa da solo tutto il giorno mentre si è al lavoro perché ne soffrirebbe, quindi non è il cane adatto per chi pensa di non essere a casa per tutto il giorno e di non avere tempo da dedicargli.
  5. Il Levriero Italiano ama la compagnia di uomini e animali. Questa razza di cane non è fredda e indipendente, anzi. Si tratta di un animale che ama stare in compagnia, e fra l’altro è possibile tenerlo in casa assieme ad un altro cane: infatti il Levriero Italiano non è affatto geloso della presenza di altri animali. Anzi, si sente meno solo se c’è anche un altro animale in casa, cosa che lo può anche aiutare a superare la paura della separazione quando il padrone si allontana da casa. Meglio farlo crescere da cucciolo con un altro cane tranquillo e creerete una coppia davvero formidabile.
  6. Il Levriero Italiano è una delle razze di cani più antiche. Sapevi che fra tutte le razze di cani che ci sono al mondo, il Levriero Italiano è una delle più antiche in assoluto? Si calcola che questa razza esistesse già fra i 4mila ed i 7mila anni fa. Sembra fosse molto diffusa e popolare in Egitto, amata specialmente dai cacciatori.
  7. Il Levriero Italiano riconosce il tono della voce del padrone. Il Levriero Italiano è un cane dal carattere estremamente sensibile. E’ in grado di percepire le varie sfumature del carattere e dello stato d’animo del padrone anche solo dal tono della sua voce. Se sei arrabbiato, il cane lo percepisce subito. Se parli in modo troppo calmo e gentile, è possibile che il cane non ti presti troppa attenzione. Ma non essere troppo fermo e non urlare col Levriero Italiano per non spaventarlo.
  8. Il Levriero Italiano è una delle migliori razze per la caccia. Fra tutte le razze di cani che vengono usate nella caccia, come Beagle e BassetHounds, inutile dire che il Levriero Italiano è una delle migliori in assoluto. Hanno un olfatto ed un udito davvero eccellente, per non parlare della vista e poi della velocità, che è la caratteristica per la quale sono noti.
  9. Aspetto del Levriero Italiano. Il Levriero Italiano in genere misura meno di 40 cm al garrese e raramente supera i 5 kg. E’ un cane incredibilmente piccolo e leggero, emblema di grande eleganza, di dinamicità. Non a caso corre così veloce. Semplice e molto elegante, dal portamento nobile, il Levriero Italiano ha una sagoma sinuosa, torace stretto, arti lunghi e magri, coda sottile, orecchie molto alte e infine un tartufo nero o comunque molto scuro. I colori del Levriero Italiano possono essere secondo gli standard di razza isabella, ardesia, grigio, nero, di ogni sfumatura.
  10. Il Levriero Italiano è un buon cane da guardia. Se si guarda un Levriero Italiano, colpiscono gli occhi dolci, acquosi, e l’aspetto gentile. Ma attenzione: è anche un ottimo cane da guardia, che abbaia non appena sente un suono o un tono di voce non familiare. Questo cane anche se piccolo e se si spaventa molto facilmente può essere utile per chi vuole un cane da guardia che sappia almeno dissuadere un estraneo. Tuttavia non potete affidarvi a loro per proteggere la vostra famiglia, sono cani che tendono a spaventarsi e a scappare se si sentono in pericolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here