Perché il mio cane mangia i sassi?

0
299

Se il tuo cane ha l’abitudine di mangiare, masticare e ingoiare sassi, ma anche altre cose come scarpe, vestiti, oggetti di plastica o altri oggetti non commestibili, sappi che non è il solo.

Sono molti, infatti, i cani che manifestano il comportamento di mangiare pietre, sabbia o sassi, mettendo a volte a rischio la propria salute.

Quando un cane mangia di frequente oggetti non commestibili, magari affilati o molto duri, potrebbe incorrere in problemi più o meno gravi. E’ bene, quindi, cercare di capirne il motivo e trovare la soluzione più adatta a risolverlo.

A volte un comportamento come questo nasconde dei problemi di salute latenti: il cane potrebbe , ad esempio, avere problemi di digestione e cercare di indursi il vomito mangiando sassi o altri oggetti.

La prima cosa da fare, in tutti i casi, è sentire il parere del veterinario: solo lui potrà escludere la presenza di eventuali patologie che potrebbero essere la causa scatenante di questo atteggiamento.

PICA: un disturbo comune

Tra i possibili disturbi alimentari di cui potrebbe soffrire un cane, la pica è forse il più comune. Un cane che ha l’abitudine di cercare insistentemente di mangiare oggetti non commestibili è molto probabilmente affetto da questo disturbo e va controllato con grande attenzione. Un sasso ingerito e non evacuato, infatti, potrebbe portare anche alla morte per occlusione intestinale o per l’insorgere di qualche infezione.

A volte i cani manifestano questo comportamento quando sono stressati o si sentono soli. Se il cane è trascurato, sente il bisogno di più attenzioni o si annoia perché rimane tutto il giorno da solo a non far nulla, potrebbe sfogare la sua frustrazione mangiando tutto quello che gli capiti a tiro.

Questo atteggiamento, che ha a che fare con la compulsione, potrebbe metterlo in pericolo: evita il più possibile di perderlo di vista e cerca di fare in modo che ci sia sempre qualcuno con lui, almeno fino a che il problema non sia stato risolto.

Cane mangia i sassi: spensierata gioventù

I cani giovani, proprio come i ragazzi adolescenti, hanno tanta energia e poca consapevolezza! Spesso sono preda di eccitazione e si confrontano con ciè che li circonda senza avere ben chiaro come farlo. La bocca è, per i cani, la porta verso la scoperta del mondo e possono finire con l’abusarne. Quando il soggetto che ha l’abitudine di mangiare sassi e altri oggetti è un esemplare giovane, probabilmente è solo la sua curiosità a spingerlo a comportarsi in questo modo.

Questo non significa però che non dobbiamo premurarci di fare attenzione. Anche se il cane non soffre di una specifica patologia, mangiare la cosa sbagliata potrebbe metterlo lo stesso in seri guai.

Cane che mangia i sassi: che rischi corre?

I cani che soffrono di PICA o di altri disturbi che li spingono a mangiare compulsivamente oggetti non commestibili corrono gravi rischi per la propria salute.

Potrebbero, ad esempio, subire l’infiammazione di una parte dell’apparato digerente. I sintomi, in questo caso, sono diarrea, gastrite, dolori e perdita di appetito.

Un blocco intestinale o peggio ancora una perforazione, possono portare il cane a rischiare finanche la propria vita. In altri casi, rimanendo intrappolati nell’intestino, possono condurre il cane verso una condizione di gastrite cronica. In casi come questo, quando il cane non è in grado di espellere da solo l’oggetto ingerito, occorre ricorrere ad un intervento chirurgico.

Altri possibili pericoli possono venire dalla rottura di un dente o, nei casi più gravi, nel soffocamento se il cane prova ad ingerire un oggetto troppo grosso che gli rimanga incastrato nella gola.

Come posso aiutarlo?

Una volta che le possibili cause patologiche siano state escluse, occorre mettere in campo tutti gli accorgimenti per evitare che il cane continui a mangiare i sassi. Come già suggerito, evita di lasciarlo da solo e prova a stimolarlo, facendolo giocare e divertire. Le endorfine rilasciate durante l’attività fisica rilassano e aiutano ad abbassare stress e comportamenti ad esso collegati.

Prova ad educarlo, facendogli capire che ciò che sta facendo non va bene, ed evita di utilizzare con lui giochi che coinvolgano oggetti come sassi o altre cose che potrebbe ingerire.

Dedicagli più tempo, fagli sentire la tua compagnia e prova a distrarlo con qualcosa che gli piace ogni qualvolta pensi che stia per andare a cercare qualche oggetto strano da mangiare.

Come per le persone, anche per i cani l’amore e la vicinanza di chi gli vuole bene possono fare più di qualunque medicina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here