Perché il gatto mangia la sabbia della lettiera? Tutti i rimedi

0
449

Tra i gatti di casa il consumo di prodotti non alimentari è molto diffuso ed è noto, tra i veterinari, come PICA. La PICA è un comportamento che può manifestarsi per diverse ragioni, quindi per scoprire perché il gatto mangia la sabbia dovrete analizzare tutte le possibili motivazioni.

In alcuni casi il consumo di prodotti non alimentari, compresa la sabbia della lettiera, è un disturbo di poco conto e può portare al massimo a qualche fastidio di live entità. Ma ci sono casi in cui questa abitudine può portare a gravi conseguenze, come blocchi intestinali, oppure essere il sintomo di una malattia nel gatto. Per queste ragioni, se il gatto mangia la sabbia della lettiera o altri oggetti molto spesso bisogna immediatamente predisporre una visita dal veterinario

Il gatto mangia la sabbia della lettiera: potrebbe essere anemico

L’anemia è una condizione fisiologica in cui c’è carenza di globuli rossi e emoglobina nel sangue. Associata a questa carenza, l’anemia può portare anche la mancanza di altri importanti elementi come ferro, oligoelementi, vitamine o acidi grassi essenziali.

Per cercare di capire se il vostro gatto mangia la sabbia della lettiera perché è anemico, potete innanzitutto osservare le gengive, che in gatti affetti da questo problema appaiono pallide, biancastre o bluastre. L’anemia potrebbe anche essere l’effetto di una malattia più grave, come la leucemia, che comporta proprio l’abbassamento della concentrazione di globuli rossi nel sangue. Anche alcune malattie renali possono portare il gatto a manifestare la PICA.

Se ci fosse il sospetto che la possibile causa che spinge il gatto a mangiare la sabbia della lettiera sia l’anemia o un problema renale, il veterinario eseguirà delle analisi specifiche: emocromo ed analisi delle urine. Dall’emocromo potrà stabilire se l’emoglobina è presente in concentrazione adeguata e dall’analisi delle urine verificherà l’assenza di un problema ai reni.

Mangiare la sabbia o altri prodotti non alimentari può causare il blocco intestinale: per verificare se il tuo gatto è affetto da questa condizione, sarà bene effettuare una radiografia o una risonanza magnetica. Il blocco intestinale è una condizione molto grave che deve essere immediatamente ravvisata per poter intervenire in tempi brevi.

Carenze nutrizionali

Un altra possibilità da esaminare è che il gatto mangi la sabbia della lettiera perché la sua alimentazione non è perfettamente bilanciata e completa. Una alimentazione povera di vitamine (come la vitamina A e la vitamina B1), L-carnitina, magnesio, piruvato-chinasi, sodio e taurina può dare origine a scompensi nutrizionali. Il gatto potrebbe provare a risolverli mangiando altro: le lettiera di argilla, ad esempio, sono ricche di minerali.

Il cibo per gatti di scarsa qualità può essere alla base di questo problema, così come l’utilizzo di cibi non specifici (come il cibo per cani). In caso di dubbi, il veterinario o un nutrizionista animale possono aiutarvi anche prescrivendo degli appositi integratori.

La curiosità è gatta!!

I gatti, soprattutto i cuccioli, sono animali molto curiosi. Se il micino problematico è ancora un cuccioletto, allora è probabile che il problema sia semplicemente nella sua curiosità. Come tutti i cuccioli, il gattino ha la necessità di esplorare il mondo e tende a farlo con la bocca, assaggiando e talvolta ingoiando anche ciò che non dovrebbe.

In questo caso, per scongiurare la possibilità di blocchi intestinali, potrete fare attenzione alla scelta del tipo di lettiera da mettere a disposizione del gatto. Evitate di utilizzare sabbia per lettiera di tipo agglomerante, almeno fino a che il gatto non sia cresciuto e abbia abbandonato questa abitudine, e scegliete prodotti fatti con materiale atossico.

Alcuni gatti mostrano questo comportamento da adulti: questo può succedere con lettiere a base di mais o grano. Provate a cambiare materiale e tenete d’occhio la situazione.

Il gatto mangia la sabbia della lettiera: ecco i rimedi

Ora che conosci tutti i possibili motivi che spingono il gatto a mangiare la sabbia della lettiera, sei pronto a predisporre una efficace strategia risolutiva per modificare il suo comportamento. Ovviamente dopo aver prima escluso la possibilità di gravi malattie!

La prima cosa da fare, quindi, è cambiare tipo di lettiera. Magari se il nuovo tipo non lo stimola, potrebbe immediatamente cambiare abitudine.

Anche un cambio di alimentazione è probabilmente necessario: se usi cibo da supermercato, magari passa ad un prodotto da negozio specializzato, chiedendo anche consiglio al tuo veterinario.

Cerca di tenere il gatto mentalmente occupato e soddisfa i suoi bisogni istintivi. Il gatto è un predatore, potrebbe sentire l’esigenza di doversi procurare il cibo. I food dispenser (o food-puzzle) sono ottimi prodotti: costringono il gatto ad aguzzare l’ingegno e a meritarsi una gustosa ricompensa. Questo farà sentire il tuo micio soddisfatto e potrebbe distrarlo dalle sue insane abitudini alimentari.

Gioca di più con lui: procurati dei topi a molla o fai correre una pallina legandola ad uno spago: l’istinto dirà al tuo gatto di inseguirla in un gioco appagante che farà gli riprendere contatto con il suo istinto di fiero felino dei boschi.

Erba gatta: semplice no?

At least but not last” (in ultimo ma non ultimo) puoi offrire al micio un bel vaso di erba gatta, da coltivare in casa e tenere alla sua portata. I gatti adorano masticare i fili di questa pianta, che potrebbe “soppiantare” (è proprio il caso di dirlo!!) la sabbia della lettiera come principale bersaglio della esigenza del felino di sgranocchiare qualcosa. Potrai offrirla al gatto fresca, comprarla in vasetti o procurarti dei giocattoli ripieni di erba gatta nei migliori negozi di prodotti per animali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here