Arriva l’inverno. Basta il pelo a proteggere il cane dal freddo?

0
831

I cani soffrono il freddo? Oppure il folto manto di pelo che li copre è sufficiente a proteggerli nei freddi mesi invernali? In effetti la domanda è lecita e la risposta non del tutto scontata.

Andiamo allora a scoprire come fare per assicurare al nostro cane il massimo del comfort anche d’inverno.

L’inverno è alle porte, il cane avrà freddo?

Il tepore degli assolati pomeriggi estivi è ormai solo un lontano ricordo e anche l’autunno, con i suoi colori caldi e i profumi intensi, volge al termine. Il termometro ha inesorabilmente iniziato la sua discesa verso gli inferi e presto l’inverno si insinuerà gelido nella nostra vita.

Non c’è tempo da perdere, bisogna immediatamente correre ai ripari. Stufa, coperte e soprattutto…il cambio di stagione.

Eccolo, il fido scatolone che ha custodito, in questi mesi felici, la chiave per il benessere invernale: cappotti, cappelli, guanti e maglioni: ora si: inverno, non ti temo!

Ma… un momento… e Jecky? Il mio adorato cucciolone sbavoso, lui non fa il cambio di stagione! Basterà il pelo, da solo, a proteggerlo, o devo fare qualche cosa per aiutarlo?

In queste righe scopriremo proprio questo, se d’inverno il cane sente freddo o se il pelo è sufficiente a isolarlo nella maniera giusta.

Muta, pelo e sottopelo: come i cani si preparano all’inverno

Iniziamo col vedere quali armi abbiano i cani per difendersi efficacemente dal freddo.

Dopotutto i loro cugini più prossimi vivono in climi anche piuttosto rigidi e non sembrano patire troppo il freddo. Infatti con l’arrivo dell’inverno i lupi (e la maggior parte dei cani), facendo la muta, perdono il manto estivo e mettono su un manto invernale attrezzato per le temperature rigide di questa parte dell’anno.

In particolare è il sottopelo, uno strato composto da una decina di piccoli peli che circondano il pelo principale, ad essere diverso. Il manto invernale, infatti, ha un sottopelo molto più folto, ed è questo che aiuta il cane sopportare il freddo.

Cane di casa, pelo di casa

Purtroppo però, questo non è sufficiente a garantire che il nostro Fido sia al coperto e possa far fronte da solo al rigido clima dei mesi freddi.

Infatti, un cane che ha sempre vissuto in casa, ha sviluppato una acclimatazione al clima tiepido di una moderna abitazione ed il corpo reagirà all’arrivo dell’inverno in maniera diversa, producendo quindi un sottopelo più rado di un cane (o lupo) che ha sempre vissuto all’aperto.

Arriva l’inverno, ma che razza di pelo hai?

Non è detto, inoltre, che il nostro cane ce l’abbia, il sottopelo! Molte razze infatti hanno manti di pelo rado o corto, assolutamente inadatte a offrire la giusta protezione contro le temperature rigide.

Per questi cani è assolutamente obbligatorio l’utilizzo di coperte e vestitini appositi, realizzati per garantire il massimo comfort e la giusta protezione termica.

Il cane sente freddo? I segnali più frequenti

Per capire se il cane senta freddo basta fare attenzione ad alcuni semplici segnali e comportamenti che inequivocabilmente ci faranno capire che dobbiamo aiutare il nostro amico. Se, quando prendiamo il guinzaglio per la passeggiata, invece di saltarci addosso scappa a nascondersi sotto una sedia, abbiamo già un primo indizio.

La continua ricerca di coperte, termosifoni, camino, borse dell’acqua calda e tutto quanto emani calore e tepore può essere un altro messaggio piuttosto inequivocabile: il cane ha freddo e dobbiamo fare qualcosa per lui.

Come possiamo aiutare il cane che sente freddo?

Prima regola: evitare gli sbalzi di temperatura

La prima cosa da fare è evitare gli sbalzi di temperatura. Come per noi, anche per il cane un passaggio troppo rapido da caldo a freddo può avere conseguenze sulle vie respiratorie, come infiammazioni o infezioni. Può essere buona regola coprire il cane con un cappottino prima di portarlo in giro, proprio come facciamo noi stessi.

Garatiamogli sempre un riparo asciutto

Se abbiamo un cane adatto ai climi freddi, come un Bovaro berlinese ad esempio, e abbiamo l’abitudine di farlo stare fuori casa anche d’inverno, è bene comunque lasciargli una riparo asciutto. Il pelo bagnato infatti può portare a raffreddare anche i cani più attrezzati.

Giocare sulla neve bagna le zampe!

Allo stesso modo, occhio alle neve, soprattutto per i cani di taglia piccola e pelo lungo. Stare troppo a contatto con la neve, infatti, può significare pelo bagnato e quindi potenziale raffreddamento del corpo. Ricordiamo che la temperatura corporea dei cani è di 38 gradi, più o meno come la nostra.

Anche le articolazioni possono, a lungo andare, risentire del contatto con la neve fredda.

Ricapitolando…

In sintesi, quindi, posiamo dire che in origine il pelo invernale, con un folto sottopelo, bastava a proteggere il cane dal freddo invernale, però la selezione di razze a pelo corto o nude e l’abitudine a far vivere i cani in case riscaldate hanno minato la capacità di protezione della pelliccia.

Sottoporre i cani a sbalzi di temperatura troppo repentini è pericoloso per la loro salute, come anche lasciarli bagnare a causa della neve.

Riconoscere i sintomi di un cane che soffre il freddo è facile e in questo caso dobbiamo aiutarlo coprendolo con cappottini o vestiti adeguati

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here