Cuccioli di cane: le prime cure veterinarie

0
2755

Un nuovo cucciolo di cane è una gioia per tutta la famiglia. Siamo tutti contenti dell’arrivo di un amico a quattro zampe in casa, specie se molto piccolo, ma quando arriva non tutte le cose da fare sono piacevoli.

Infatti, nel cucciolo di cane sono fondamentali i controlli veterinari, che vanno fatti nei primi giorni dopo aver preso il cane. Infatti, i cuccioli, proprio come i bambini umani, sono molto più vulnerabili alle patologie rispetto ai cani adulti, e per questo motivo bisogna fare attenzione a seguire le loro necessità fon da quando arrivano a casa.

In questo articolo descriveremo le prime cure veterinarie nel momento dell’acquisizione del cucciolo; non parliamo delle cure alla nascita del cagnolino, ma delle precauzioni da prendere dai primi giorni in cui il cucciolo è in casa con noi, capendo cosa deve fare il veterinario.

La sverminazione

La sverminazione è uno dei primi interventi veterinari che verranno effettuati dal medico nei confronti del cucciolo.

Non è assolutamente invasiva, ma anzi si tratta semplicemente di analizzare le sue feci per capire se ci siano dentro dei parassiti, di solito vermi, e fornire opportuni medicinali che permettono di ucciderli. Poiché alcuni parassiti potrebbero essere sotto forma di uova, il trattamento sverminante potrebbe essere ripetuto a distanza di qualche settimana per essere sicuri di averli eliminati.

Il problema, nel cucciolo, è che i vermi passano attraverso la placenta o dal latte, per cui vengono trasmessi dalla madre nei primi giorni di vita o addirittura prima della nascita.

Le vaccinazioni

Le vaccinazioni sono fondamentali per scongiurare, nel cucciolo, le malattie infettive, patologie che si trasmettono da cane a cane e che sono pericolose, a volte letali, per il cagnolino.

I vaccini iniziano alla fine dell’immunità materna (cioè quando gli anticorpi passati dalla madre con il colostro, il “primo latte”, non sono più attivi), quindi all’incirca nei due mesi di vita, e visto che sono diversi, e che ci sono dei richiami (cioè lo stesso vaccino ripetuto più volte) si articolano in due, tre visite dal veterinario.

Tra le vaccinazioni più importanti ci sono il cimurro, la parvovirosi, l’epatite infettiva, e poi la leptospirosi, oltre ad altre malattie infettive per cui si vaccina solo in caso di necessità.

I trattamenti antiparassitari

I trattamenti antiparassitari vengono fatti solitamente dal proprietario, ma per la prescrizione di alcuni di questi è necessaria la ricetta medico-veterinaria.

Riguardano la prevenzione contro gli ectoparassiti, cioè i parassiti esterni, come pulci, zecche, zanzare o flebotomi, e anche la terapia contro gli endoparassiti, come la filariosi che viene trasmessa dalle zanzare.

Anche se la terapia viene effettivamente fatta dal veterinario, la visita è un buon modo per imparare, specialmente quando non si è mai avuto un cucciolo, a fare da soli i trattamenti antiparassitari in futuro.

Gli adempimenti burocratici

Quando si ha un cane non si può andare contro alla legge, e ci sono alcune normative da rispettare: il veterinario, prima dei 60 giorni di vista del cane, deve iscriverlo all’anagrafe canina, ed identificarlo in modo univoco mettendo il microchip.

Il microchip è semplicemente un’iniezione, viene inserito sottocute per mezzo di una siringa e lì rimarrà per tutta la vita; l’iscrizione invece è l’associazione tra il microchip appena messo e i dati del proprietario, che in quel momento diventerà il proprietario dei cani a tutti gli effetti.

L’iscrizione si conclude con il rilascio del certificato di iscrizione, che conta come la carta d’identità di un cane. Va portato con noi perché le autorità competenti, di solito i vigili urbani, potrebbero chiedere di esibirlo.

Il primo periodo di vita

Naturalmente, è fondamentale che il cucciolo, nelle prime settimane di  vita, venga anche osservato dal proprietario, perché qualunque segno (diarrea, vomito, inappetenza, letargia) di qualcosa che non va deve essere rapidamente riportato al medico che si occuperà di curarlo quanto prima: aspettare troppo tempo, specialmente in un cucciolo, potrebbe essere pericoloso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here