Comportamento dei gatti: perché amano nascondersi?

0
1415

I gatti sono animali misteriosi e tutto quello che fanno ha a che vedere col mistero… per esempio, si aggirano sempre con fare sospetto, controllando ogni novità in casa, sono sempre molto sospettosi e attenti ai dettagli e… si nascondono dappertutto. I gatti amano nascondersi in scatole di ogni dimensione, sotto le coperte, negli armadi, nel corridoio, nei cassetti, sotto e sopra i mobili, nelle buste della spesa.
Insomma, sono animali che si divertono con poco e che tendono ad nascondersi nei posti più impensabili. Quante volte vi è successo di cercare in casa il vostro gatto per ore e scoprire che si trovava sul fondo dell’armadio? I gatti hanno una vera e propria predilezione per i nascondigli, più sono remoti e più sembra che gli piacciono. Scatole, buchi, mensole e luoghi quei irraggiungibili dagli umani: ma perché i gatti amano così tanto nascondersi, mimetizzarsi con l’ambiente e cacciare anche in casa?

Perché i gatti si nascondono?

La passione dei gatti per il nascondersi è qualcosa di ancestrale e profondamente radicato in questi animali. I gatti sono cacciatori ed hanno bisogno di trovare sempre un punto di osservazione sul mondo esterno.
Un’attitudine, quella a nascondersi, che è anche un salvavita per i gatti. Infatti i mici imparano fin da piccoli che nascondersi è un modo per salvarsi la pelle: sapersi arrampicare e mettersi in luoghi difficilmente raggiungibili per i predatori può essere la loro salvezza.
Sapersi guadagnare una via di fuga è fondamentale, nella loro visione del mondo, sottrarsi alla vista significa avere un posto tranquillo dove nessuno li può vedere e dove rimanere nascosti finché il pericolo sia passato.
Ecco perché questa abitudine è del tutto naturale per il gatto e perché bisogna garantire che l’animale abbia sempre a disposizione qualche pertugio e nascondiglio come scatole di cartone, vecchie cassette e mensole sulle quali giocare e nascondersi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here