Come scegliere un animale esotico da compagnia

0
361

Informazione

Come i gatti e i cani, anche gli animali esotici, oggi vengono classificati animali domestici, poiché sempre più spesso entrano a far parte della nostra famiglia. Tuttavia, è sempre meglio informarsi bene su quali siano le loro esigenze ambientali, alimentari e sanitarie dell’animale e, solo dopo aver capito se effettivamente si riuscirà a prendersene cura, procedere all’acquisto. Infatti, una volta che l’animale è in cattività non può più essere reintrodotto in natura. Per prima cosa sarebbe opportuno che consultiate un allevatore o un veterinario esperti in animali esotici, usare anche la rete per chiedere informazioni e pareri a chi questi animali li possiede già, attraverso forum specializzati nel settore.

Come scegliere l’animale esotico più adatto?

Esistono diverse specie di animali esotici tra le quali poter scegliere. Si può cominciare con il nominare i serpenti di varie razze, misure e provenienze, le iguane, i camaleonti, dragoni barbuti, ma anche pogona, geco leopardo, geco crestato, serpe del grano, pitone reale, lampropeltis californiano, tartaruga a zampe rosse, tartaruga russa, tartaruga leopardo, tartaruga dalle orecchie rosse, testuggine palustre dipinta, tartaruga del muschio comune. Comunque, indipendentemente da quale sia la tua scelta, ricordati di procurarti tutto ciò che serve prima di portare a casa l’animale prescelto. Assicurati di avere, dunque, terrari,  voliere o gabbie, trasportini, beverini, mangiatoie e una scorta iniziale di cibo, le altre cose sarà possibile acquistarle con calma anche in un secondo momento. Cerca per tempo un veterinario che si specializzato in animali esotici vicino la tua abitazione così da non essere costretti a cercalo qualora si presenti un’emergenza. Porta almeno una volta ogni 6 mesi il tuo animale dal veterinario per effettuare visite ed esami di controllo.

Coabitazione con altri animali

Cerca di documentarti sull’esigenze sociali dell’animale che hai intenzione di adottare. Alcuni esemplari, infatti, saranno considerati più solitari, altri ancora, invece, avranno assolutamente bisogno di un compagno per poter vivere bene. Non dimenticare, inoltre, se possiedi altri animali domestici, di chiedere a degli specialisti in che modo una convivenza tra i due potrebbe risultare positiva.

Love4pet – Ci mettiamo il cuore

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO